Cosa vedere ad Aswan: tra templi, dighe e obelischi incompleti

COSA VEDERE AD ASWAN

Aswan, o Assuan, è una città che si trova a sud dell’Egitto, capitale dell’omonimo governatorato. Affacciata sulla riva est del Nilo nei pressi della prima cateratta, Syene, così come venne fondata da Tolomeo III tra il 246 ed il 222 a.C,  fu in passato un grande centro commerciale ma anche militare a partire dall’epoca romana ed anche oggi rimane una città di grande importanza per il commercio ma soprattutto per il turismo. Cosa vedere ad Aswan dunque, ti starai chiedendo? Scopriamolo insieme!

Cosa vedere ad Aswan: il Tempio di Philae

Come è giusto che sia anche ad Aswan non poteva mancare un tempio egizio di grande importanza, il Tempio di Philae, conosciuto anche come Tempio di Iside, il principale per quanto riguarda il culto di questa divinità.

La particolarità di questa struttura è che si trova su un’isola e per questo è necessario prendere delle piccole imbarcazioni che in 10 minuti circa ti permetteranno di raggiungerlo. I paesaggi sono molto suggestivi.

COSA VEDERE AD ASWAN TEMPIO PHILAE

Oggi si trova sull’isola Agilkia, ma in passato il tempio sorgeva sull’alto dell’isola omonima. Com’è possibile ti starai chiedendo? Beh, devi sapere che dopo la costruzione, nel 1902, della diga di Aswan, di cui ti parlerò più avanti in questo articolo, tantissimi monumenti rischiavano di essere sommersi a causa dell’innalzamento del livello delle acque. In realtà negli anni seguenti le acque del Nilo raggiunsero i templi più e più volte danneggiando i colori dei bassorilievi, la natura presente sulle isole ed imbrattando le pareti di questi edifici di limo.

COSA VEDERE AD ASWAN TEMPIO PHILAE

Si decise così, grazie all’intervento dell’UNESCO, negli anni ’60, di portare in salvo gli edifici storici a rischio danneggiamento spostandoli in zone più sicure. Il tempio di Philae venne spostato sulla vicina isola di Agilkia, a soli 550 metri dall’isola di File, mediante una grande opera di smontaggio e rimontaggio, pietra dopo pietra, che impiegò ad un’impresa italia ben 3 anni di lavori. E’ dal 1980 che il tempio si erge maestoso su questa piccola isoletta.

Intimo e di dimensioni ridotte, se paragonato ad altri templi egizi, il Tempio di Philae si presenta con un grande colonnato di 32 colonne, il 1° pilone decorato con enormi bassorilievi, 2 grandi statue di leoni in granito ed il 2° pilone con l’ingresso al vestibolo. Di fianco alle due statue dei leoni davanti al 1° pilone un tempo si ergevano due grandi obelischi di 16metri, di cui oggi rimangono solo i basamenti. Uno è crollato, l’altro è stato asportato e portato in Gran Bretagna per aiutare a decifrare alcuni geroglifici.

COSA VEDERE AD ASWAN TEMPIO PHILAE

Se fai attenzione, all’interno degli edifici puoi notare i segni del livello delle acque del Nilo durante le inondazioni e dei numeri e dei segni che servirono durante l’opera di “migrazione” della struttura per ricordare la posizione delle varie sezioni.

Altro edificio interessante sull’isola di Agilkia è il Chiosco di Traiano che si distingue nettamente per lo stile voluto dall’Imperatore Trainano che ne completò la costruzione. Si pensa fosse una sorta di “garage” per l’imbarcazione sacra di Iside.

ps: dall’ingresso Est del chiosco si può ammirare una vista splendida sulle acque circostanti!

Costo d’ingresso 60 lire egiziane a persona.

COSA VEDERE AD ASWAN TEMPIO PHILAE

COSA VEDERE AD ASWAN TEMPIO PHILAE

Cosa vedere ad Aswan: la cava di granito e l’obelisco incompiuto

Visita bizzarra quanto curiosa è quella alla cava di granito di Aswan.

Perchè mai dovrei andare a visitare una cava? Beh la risposta è semplice: potrai osservare un gigantesco obelisco incompleto risalente all’epoca del Faraone Tuhmosis III.

osa vedere ad aswan obelisco granito

Questa cava era molto usata ai tempi dagli antichi egizi per l’estrazione di obelischi che venivano poi trasportati, sfruttando i periodi di piena del Nilo, grazie a grosse zattere.

Perchè questo obelisco è rimasto incompleto? Perchè, probabilmente a causa delle sue dimensioni esagerate volute dalla regina Hatshepsut (leggi: Tempio di Hatshepsut: gioiello scavato nella roccia lungo il Nilo) durante le fasi della lavorazione l’enorme blocco di granito si crepò rendendolo così inutilizzabile e facendo si che rimase lì, solo ed abbandonato.

Se fosse stato completato ed eretto questo obelisc sarebbe stato il più alto mai realizzato in tutto il mondo.

Per quanto sicuramente per la regina questo episodio non fosse esattamente gradito, per noi invece rappresenta una grossa opportunità: studiare e capire fino a fondo le tecniche di lavorazione ed estrazione degli obelischi di granito dalla cava.

Cosa vedere ad Aswan: la Grande Diga

Last but not least, ad Aswan si può ovviamente vedere la famosa grande diga.

COSA VEDERE AD ASWAN diga
ph Wikipedia

Completata nel 1970, permise di inondare 10 mila kmq di deserto rendendolo coltivabile ed ancora,  grazie allo sfruttamento dell’energia elettrica grazie a 12 generatori di corrente si è riuscita ad aumentarne la produzione di più di metà. Questo rese possibile negli anni ’70 di portare l’elettricità nelle case di quasi tutti gli egiziani!

L’aggettivo grande ad essa attribuita non è a caso ma anzi i numeri parlano da sè: da 980 a 40 metri di larghezza, 3600 di lunghezza e 111 di altezza la rendono un vero colosso. Da aggiungere a ciò c’è anche la creazione del lago artificiale, il Lago Nasser che si estende per più di 6 mila kmq.

Insomma, un vero mostro!

Oggi si può “visitare”, o meglio, ci si può salire, pagando una piccola somma d’ingresso (30 lire a persona), per ammirare il magnifico panorama del Nilo da un lato e del Lago Nasser dall’altro.


Per ulteriori informazioni, domande o dubbi, non esitare a contattarmi commentando questo articolo o scrivendo a info@guendastravels.com e sarò più che felice di aiutarti!

guendastravels logo egitto

 

 

One thought on “Cosa vedere ad Aswan: tra templi, dighe e obelischi incompleti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*