Donnavventura La Thuile 2015: la finalissima in Val d’Aosta!

donnavventura finali 2015

logo donnavventura la thuile 2015

Ad esattamente una settimana, eccomi qui a parlare del mio weekend passato in Val d’Aosta, più precisamente a La Thuile, insieme ad altre 101 ragazze, tutte con lo stesso sogno nel cassetto: partecipare a Donnavventura.
donnavventura votami

Anche quest’anno ce l’ho fatta ad arrivare nella finalissima delle selezioni Donnavventura La Thuile , grazie a 16mm che mi ha permesso di caricare il mio video provino e farlo votare a tutti, amici e non. Quest’anno la cosa è stata più easy, forse perchè in contemporanea c’era anche un altro concorso di video e votazioni di Rocchetta che permetteva anch’esso di accedere alle finali, forse perchè molti ormai erano già iscritti al sito e quindi è bastato solo entrare e votare, ma soprattutto perchè le votazioni quest’anno sono durate solo 7 giorni e non un mese intero! Deus gratia!

Insomma anche quest’anno la mia “porca figura” l’ho fatta posizionandomi per il secondo anno di fila prima in classifica dei video più votati e vincendo di diritto l‘accesso alle finali.
classifica donnavventura 2015

E così, giovedì ad orario di pranzo mi arriva la mail di convocazione in cui mi veniva spiegato come si sarebbe svolto il weekend e l’occorrente da mettere nello zaino.

Preparativi un po’ alla Flash ( cerca il certificato medico, vai a fare le fototessere perchè quelle che hai fanno schifo, cerca una torcia, un materassino, un sacco a pelo ecc…) e già arriva venerdì, prendo il treno da Lodi per Milano Centrale e mi reco al punto di ritrovo dove già ci sono alcune aspiranti Donnavventura e delle veterane pronte ad accompagnarci.

Appello e smistamento delle ragazze nei pullman e via che si parte! Sosta in Autogrill e via di nuovo… La Thuile aspettaci che arriviamo!!!! 😉

donnavventura finali 2015

Arriviamo al campo base con altre veterane che ci accolgono, ci assegnano i posti in tenda e il kit di benvenuto che comprende: maglia di Donnavventura Ricola, maglia RTL 102.5, pettorina Donnavventura numerata, badge numerato, una mela e un rotolo di carta igienica, poi capirete perchè.

Ci accomodiamo tutte nelle tende assegnate (4 in tutto + quella del Capo Spedizione) e facciamo un piccolo briefing con Maurizio, il grande capo di questo format, che ci informa sulle attività delle prossime giornate, poi cena e falò.

Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli Foto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore FavasuliFoto by Salvatore Favasuli

Foto by Salvatore Favasuli

Nelle giornate successive siamo state sottoposte a varie prove fisiche (una sorta di parco avventura allestito dall’Esercito Italiano), di foto-videogenia con provini Rete 4 ed RTL 102.5 dopo lo strucco e lo sparrucco grazie a delle addette di Shiseido e una prova personale in cui ci si poteva esibire con quello che si voleva.

donnavventura la thuile 2015

E’ stato un weekend sicuramente molto interessante, un’esperienza unica che ha permesso a me e a tutte le altre di mettersi alla prova, di conoscere persone nuove, di confrontarsi, di condividere emozioni, pensieri e timori con altre nuove ragazze, amiche. Perchè questo è Donnavventura, dover stare per tanto tempo, 24 ore su 24, con le stesse persone che diventano pian piano amiche fino a divenire sorelle. Il weekend a La Thuile è solo un’assaggio di quello che accade poi durante una spedizione.

donnavventura la thuile 2015

11163740_10204931766110731_3246704841920135820_n

Come in ogni cosa, oltre al lato positivo c’è sempre anche il lato negativo della medaglia, anche se effettivamente è una cosa soggettiva e per me non è stato poi così negativo mentre per altre si.  In ogni modo non credete che La Thuile sia stata un’esperienza facile, anzi per alcune è stato quasi traumatico. Si parla di dormire in 28 in una tenda, una appiccicata all’altra, per terra con il solo ausilio di un materissino e del vostro sacco a pelo. Niente luce, niente riscaldamento, niente docce per lavarsi ma solo dei rubinetti che erogavano l’acqua gelida del torrente, 2 bagni chimici (che non vi sto a spiegare l’odore che emanavano già solo dopo poche ore) con conseguente fuga nel bosco a nascondersi dietro i cespugli. Non si ha un secondo per se stessi, contante che all’arrivo vi viene ritirato il telefono e non vi verrà ridato fino alla fine del weekend, si deve sempre seguire la routine stabilita e se non si arriva puntuali si viene ammoniti od espulsi, non si sceglie cosa mangiare nè quando mangiare e neanche cosa indossare.. Insomma bisogna sempre seguire gli ordini di Maurizio e delle veterane. Non è per spaventarvi, ma molte ragazze una volta finita quest’esperienza hanno deciso/capito che non è questa la strada giusta per loro, che non sono in grado di seguire una routine così rigida, per cui se siete dello stesso parere lasciate perdere.

Donnavventura La Thuile 2015

A me personalmente è piaciuta molto come esperienza e nonostante ci siano state cose discutibili (magari mettere dei wc chimici in più o dare almeno del burro insieme al pane secco al mattino per colazione), ritengo che certe situazioni siano state pensate apposta per fare stress psicologico ( e lo avevano detto che La Thuile sarebbe stato un’esame psicologico!) e per escludere persone che non riuscendo a reggere una situazione del genere, sicuramente portata all’estremo volontariamente, non sarebbero in grado di sopportare una spedizione con dei ritmi simili. Purtroppo, ho notato negli ultimi due anni, che alle selezioni si presentano spesso persone che o non hanno la minima idea per che cosa si stanno candidando e quindi cadono dal pero o che si lamentano per cose esplicitamente espresse nel regolamento, di cui non sto qui a fare un elenco noioso, però magari andate a leggervelo questo regolamento prima di candidarvi, c’è apposta. Posso quindi capire benissimo la redazione che deve estremizzare il tutto per individuare le più e le meno adatte, con quali criteri purtroppo non l’ho ancora capito nemmeno io.

Dal canto mio sono sempre stata una persona molto precisa ed organizzata, che odia i ritardatari (difatti se fossi stata io nei panni di Maurizio, le persone in ritardo le avrei mandate via ad una ad una senza manco dare le ammonizioni) e che non concepisce la confusione e la disorganizzazione. Mi adatto a qualsiasi situazione senza troppi problemi per cui diciamo che a me questo weekend non è pesato granchè (forse il freddo si, il freddo di notte mi stava uccidendo! Mannaggia al sacco a pelo “che regge fino ai -14 gradi” eh già, si è visto!!!). Donnavventura non è una vacanza e per certi versi nemmeno un lavoro. E’ un format televiso alquanto speciale che esige ritmi di viaggio, di organizzazione, documentazione e preparazione elevati.

11698648_784962928269349_4167641288413529218_n

Raccomandazioni? Questo è un tasto dolente. In italia si parla sempre di raccomandazioni: “se non conosci nessuno non entri” ecc.. beh, vi dirò che per Donnavventura non saprei darvi una risposta precisa. Sono sincera nel dire che l’anno scorso ero tornata a casa dalle finali convinta di si e che quest’anno mi sono ricreduta. Persone ormai sicure di essere prese, persone che conoscono altre persone o veterane ecc.. alla fine non sono state scelte. Persone che sono piaciute molto agli sponsor che poi però vengono mandate via in fase finale di addestramento. La risposta logica, che è stata confermata anche da ex Donnavventura, è che: o piaci a Maurizio o non gli piaci. Puoi avere quante raccomandazioni vuoi ma se non gli piaci alla fine non partecipi. Questo è quello che mi era stato detto da più persone e che ho avuto modo di vedere in questa finale. Poi per carità, non sono l’Oracolo di Delfi quindi lungi da me dal fare gossip o polemiche.

11059939_10152837829116511_2997238829879966538_n

Che dire quindi.. questo 3° tentativo è anch’esso fallito, nel senso che dopo il weekend non sono stata tra le 10 selezionate che hanno poi continuato l’addestramento ma son dovuta tornare a casa insieme ad altre 91 ragazze. Mi porterò sempre dietro questa esperienza e aggiungo delle nuove maglie e cappellini alla collezione. E poi… io sono una persona testarda e se voglio fare una cosa ci riprovo 800 volte, quindi non escludo di volerci riprovare l’anno prossimo, impegni permettendo anche se non è detto che mai mi prendano. Magari semplicemente la mia faccia secondo loro non va bene per la televisione e quindi non è che posso farmi una plastica, però chi lo sa, ho sentito di altre ragazze che ci hanno provato svariate volte prima di essere prese, per cui.. nella vita nulla è scontato.

PS: il mio moroso prima di partire mi ha detto “quest’anno non ti prendono, ti prendono l’anno prossimo” per cui… tanto vale tentare no? che dite?

donnavventura guendastravels 2015

Termino questo articolo ringraziando tutti quelli che hanno votato il mio video-provino e che mi hanno dato la possibilità di partecipare a questo weekend con Donnavventura La Thuile, in primis il mio moroso che mi ha aiutato nel spargere in giro la voce ed il link ad esso. Ringrazio tutte le mie compagne di avventura, ovvero le ragazze della tenda 1 che hanno allietato le giornate con racconti unici. Ringrazio lo staff Donnavventura e faccio un grosso in bocca al lupo alle ragazze del team di quest’anno! Purtroppo ho saputo che la mia preferita, Barby numero 15, è già stata mandata a casa per cui me ne resta solo una: VAI YUMI!!! Sono proprio curiosa di scoprire le “vincitrici” e soprattutto la meta di quest’anno!!!

donnavventura 10 finaliste 2015

 

Vi lascio con alcuni link che magari vi potrebbero interessare:

TGCOM24 – Donnavventura: a La Thuile per le selezioni finali.

TV SORRISI E CANZONI – Donnavventura, le selezioni per la nuova edizione

VIDEO Selezioni La Thuile 2015

 

Alla prossimaGuenda's Travels Avatar

 

 

 

 

 

 

 

5 thoughts on “Donnavventura La Thuile 2015: la finalissima in Val d’Aosta!

  1. Guenda, noi saremo qua anche l’anno prossimo a tifare per te!
    Comunque proprio bello e dettagliato il tuo racconto, dovrebbero linkarlo nella pagina ufficiale così tutte sanno davvero a cosa vanno incontro 😛
    Un abraccione!

  2. Ciao!
    Hai fatto un perfetto riassunto di cos’è e come funziona DA. È tutto quello che hai citato, dubbi compresi. Ho fatto il provino nel 2010, conosciuto veterane, nuove DA e eliminate subito, come me, ho avuto modo di conoscere questo mondo insomma. Donnavventura è Maurizio.. devi piacere a lui, peccato che questo non c’è scritto sul regolamento. Ci sono raccomandate, ci sono modelle, ma anche ragazze normali. sono d’accordo con te che fa arrabbiare vedere ragazze che neanche hanno letto le regole e non sanno come funziona la spedizione. Cmq se una non è magra e bella nel senso di fotogenica…..non si illuda, non verrà mai presa.
    Il segreto è provarci senza aspettative, senza crederci troppo per non rimanerci male se poi non va. È anche il segreto per vivere al meglio questa esperienza. Accedere alla finale perché avuto più voti su internet lo trovo avvilente (non per te ma perché è solo pubblicità gratuita che si fanno), però sono contenta per te perché mi pare di capire che in primis ti diverta ad andarci. da questa esperienza io ho vinto nuove sincere amicizie, con cui ci facciamo anche viaggi avventura fai da te smile emoticon una volta sul sito c’era un forum, era uno spettacolo, i legami sono nati lì..
    Un bacio
    Laura

    1. Ciao Laura!
      Inanzitutto grazie per il tuo commento e per aver condiviso la tua esperienza!
      Inizio col risponderti che il fatto di essere fotogeniche è un must per la televisione, e non per essere razzista o cosa, ma bisogna avere certe qualità per poter attirare audience. D’altro canto però è anche vero che non sempre bisogna essere una taglia 38 con occhi azzurri, ho visto molte ragazze fisicamente magari non al top ma che avevano un viso molto particolare.. quindi dai non è poi così “restrittiva” la cosa.. poi vabè se una pesa 200kg, mi spiace ma diverrebbe anche fisicamente difficile affrontare una spedizione che già facile non è. Poi come dici tu è Maurizio a scegliere per cui non si può fare nulla aihmè!! (da un alto non ha neanche tutti i torti dato che il programma è suo!)
      Bravissima! il segreto è buttarsi nelle cose, con speranza si ma senza farne una questione di vita. Io ci ho riprovato quest’anno per la terza volta, perchè comunque mi piacerebbe partecipare e non nego che comunque la speranza c’è sempre, però anche se non va come uno vorrebbe è comunque una bella esperienza, unica, che come dici tu ti dà la possibilità di conoscere e confrontarti con altre persone con le quali si possono creare forti legami! Non è che mi diverte, nel senso, mi piace mettermi in giorco, e caricare un video o partecipare a delle selezioni non mi costa nulla.. anzi, tutto di guadagnato! per cui non vedo perchè non tentare!
      La cosa dei video e delle votazioni mi ha già lasciata perplessa l’anno scorso in quanto, come daltronde anche quest’anno, nessuna è stata presa dei video più votati e questo dimostra quanto inutile sia, dal punto di vista selettivo, e quanto sia solo una questione di marketing e pubblicità, ma daltronde un programma dovrà pur campare con qualcosa. E’ vero però che senza questa modalità di selezione non sarei riuscita a partecipare per cui tanta manna che c’è anche questa possibilità!!!
      Come già anticipato in questo articolo, l’idea è quella di riprovarci l’anno prossimo, impegni permettendo, perchè Donnavventura mi interessa e penso proprio di esserne all’altezza. Avrà i suoi lati negativi ma ne ha sicuramente altrettanti positivi!
      a presto
      un abbraccio
      Guenda 🙂

  3. Bastano 10 kg in più per essere fuori dai canoni estetici, non per forza arrivare a 200 kg. Invece nel regolamento non c’è scritto, ma è così. Figurati se Alviero Martini si fa pubblicità facendo indossare i suoi costumi da bagno a chi ha la pancetta o i rotolini… quindi zero illusioni, col cavolo che chiunque può diventare una DA, e che non ci sono canoni di bellezza da rispettare. Puoi anche essere la più spigliata, la più brava alla guida, la più sveglia a seguire gli ordini, ma se non sei bella e magra, mettere giù le voglie. Purtroppo è un programma televisivo, e io che lo guardo da sempre, ora è molto donna televisione e non più donna avventura. Gusti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*