Habichuelas con Dulce: il dolce tipico Dominicano per eccellenza!

habichuelas con dulce

Parlo poco di cucina ma quando lo faccio stai certo che vuol dire che ne vale la pena. In questo articolo ho deciso di parlarti di un dolce buonissimo ma anche molto strano di primo impatto. Ti parlo delle Habichuelas con Dulce, il dolce tipico dominicano per eccelleza, che più dominicano non si può. Viene preparato e degustato sorpattutto durante la settimana santa. Se ne preparano grandi quantità alla volta e le si mangiano insieme ad amici e parenti, passando del tempo in buona compagnia. Ma che cosa sono queste habichuelas con dulce? Trattasi di fagioli, “habichuelas” = fagioli , uno tra gli ingredienti più comuni della cucina dominicana, fatti a dolce. Lo so, ti vedo lì con le sopracciglia alzate che ti stai già chiedendo che diavoleria potrebbe mai essere questa, ma ti assicuro che è così buona che oltre a leccarti i baffi vorresti anche mangiarti il recipiente in cui te le servono e magari anche quelli del tuo vicino a tavola.

Di seguito ti spiegherò quali ingredienti servono, quali sono i vari passaggi per prepararle e così via. In questo modo oltre a farti un’idea di cosa siano e di quale gusto possano avere, potrai provare a cucinarle tu stesso/a.

La ricetta me l’ha passata mia cognata Norma, che fa le habichuelas con dulce più buone della storia, e che ringrazio perchè ora posso farmele anche io, ed alla fine di questo articolo anche tu 🙂

Habichuelas con Dulce: ingredienti

Vediamo insieme quindi quali sono gli ingredienti per preparare delle buonissime habichuelas con dulce..

  • 1 libra di fagioli rossi (corrisponde a circa 450g)
  • 2 lattine di latte evaporato (630g)
  • 1 lattina di latte condensato (185g)
  • 1 litro di latte intero
  • 1 lattina di latte di cocco (200ml)
  • 250g di patate pelate e fatte a cubetti
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 tazza di zucchero
  • 2 bastoncini di canella
  • pinoli (10 pezzi circa)
  • zenzero (due pezzettini che occupano il palmo della mano)
  • uvetta (a piacimento) – io ad esempio la odio per cui la ometto del tutto
  • biscottini al latte (anche quelli con gli animaletti della Balsen vanno benone se non ti trovi in dominicana e non puoi acquistare quelle tipiche)

habichuelas con dulce

Habichuelas con dulce: preparazione

Metti la libbra di fagioli a bollire in una pentola a pressione finchè non diventano belli morbidi (almeno 40min). Mentre i fagioli bolliscono nella pentola a pressione in un pentolino a parte prepara un thè con dell’acqua, i 2 bastoncini di cannella, i pinoli e lo zenzero.

Quando i fagioli sono pronti mettili in un frullatore per farli diventare come una specie di mousse morbida senza pezzettini (se necessario scola il composto con un colino per eliminare la buccia dei fagioli). Metti il composto di fagioli in una pentola più grande ed aggiungici il thè che hai preparato nel mentre, colandolo per eliminare i pezzi di zenzero, i pinoli e le stecche di cannela.

Cuoci a fuoco lento mescolando ed aggiungendo piano piano il sale, lo zucchero, il latte intero, il latte condensato, il latte evaporato, il latte di cocco, e le patate. Cuoci fino a che le patate non saranno belle morbide poi aggiungi l’uvetta ed alcuni dei biscottini e cuoci per altri 10 minuti mescolando per bene.

Le habichuelas con dulce sono pronte!

Il risultato deve essere una crema morbida. A me personalmente piace più sul denso piuttosto che sul liquido per cui il latte intero lo aggiungo un po’ alla volta per evitare che diventi tutto troppo liquido.

Servile a tuo piacimento in una tazza con qualche biscottino di decorazione.

habichuelas con dulce

Habichuelas con dulce: Tips!

L’aggiungere i biscottini in fase finale di cottura è una chicca di mia cognata Norma, che permette di mantenerli sempre intatti, evitando che si sbriciolino in mille pezzi, come accade quando si aggiungono dopo in tutta la pentola. Le opzioni migliori quindi sono due: o gli aggiungi già in fase di cottura oppure gli aggiungi nelle singole tazze man mano che si mangiano!

Le habichuelas con dulce generalmente si servono fredde,, quindi andrebbero lasciate riposare a temperatura ambiente o addirittura in frigorifero per almeno un’oretta. A me e mio marito, che è dominicano, invece piacciono belle calde, per cui ce le gustiamo anche appena preparate!

Esistono molte varianti per questa ricetta tipica dominicana. Ad esempio se non ti piace l’uvetta o non ti ispira l’idea delle patate, le puoi semplicemente omettere.

 

Buon appetito!!!

logo dom rep

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*