La Riserva di Bandia in Senegal: prima riserva naturale privata

riserva di bandia in senegal

Un’altra esperienza incredibile che il viaggio nella terra della teranga mi ha dato modo di fare è stata quel del safari nella Riserva di Bandia in Senegal.

E’ da una vita che sogno di poter vedere gli animali della savana in qualche parco dell’Africa, tipo il Kruger o lo Tsavo, e di certo questo di Bandia non è paragonabile ai big africani, però diciamo che per essere la mia prima volta, è stato parecchio emozionante.

La Riserva di Bandia in Senegal

riserva di bandia in senegal

Come vi ho accennato nel titolo di questo articolo, la Riserva di Bandia in Senegal è la prima riserva naturale privata del paese. Realizzata nel 1986 nel cuore di una foresta di baobab africani, è unica nel suo genere in tutta l’Africa Occidentale.

Ma cosa vuol dire che è una riserva naturale privata?

Vuol dire che in questo grande parco, la cui superficie conta circa 3500 ettari di terreno, gli animali vi ci sono stati portati direttamente dal Sud Africa con l’obiettivo di ripopolare con il tempo tutta la zona. E così è stato. Un vero miracolo della natura!

Con il passare degli anni si è vista infatti una rigenerazione della fauna africana grazie all’inserimento dei grandi mammiferi che purtroppo in passato erano scomparsi da queste terre senegalesi.

riserva di bandia in senegal

A Bandia non troverai i grandi predatori, gli animali carnivori e neppure gli elefanti ma avrai modo di osservare vari esemplari di animali come giraffe, gazzelle, bisonti, struzzi, zebre ed anche il maginifico rinoceronte. Ci sono anche delle iene, che però essendo carnivore si trovano confinate all’interno di un’area recintata piuttosto grande, per evitare che queste vadano a distruggere l’ecosistema pappandosi qualche giraffa o gazzella.

Detto ciò potrai pensare “Beh, ma in pratica stiamo parlando di un grande zoo privato?”. La risposta è no. In tutti questi 3500 ettari di terreno gli animali sono liberi di muoversi ed andare dove meglio credono senza gabbie nè nulla (fatta eccezione ovviamente per l’area delle iene e delle recinzioni di confine della riserva). Vivono in ogni caso allo stato brado tra cespugli e baobab.

IMG_4678

Si va alla scoperta della riserva a bordo di grandi fuoristrada, immergendosi per circa un paio di ore nella foresta tra piante, baobab e terra rossa alla ricerca dei suoi abitanti.

Ci si muove lenti, scrutando tra la natura rigoliosa. Ci si imbatte in simpatiche scimmie che scappano dalla strada scaltre o ci si deve fermare a causa di una mandria di bufali che invade il sentiero rosso. Ci si può anche ritrovare a rincorrere una giraffa che se la fugge correndo elegantemente davanti al mezzo.

Se sarai fortunato potrai anche imbatterti nel grande e grosso rinoceronte, ma occhio a non farvi caricare!! 🙂

Insomma, che dire la Riserva Naturale di Bandia in Senegal è un vero luogo di pace per questi mammiferi che possono vivere la loro vita senza paura nè di predatori animali nè umani.

Per me la vera scoperta sono state le giraffe.

riserva di bandia in senegal giraffa

Le avevo già viste ovviamente in Italia o in Austria allo zoo, ma vederle così, nel loro habitat è stato molto emozionante. Me le immaginavo troppo facili da vedere ed anche goffe nei movimenti ed invece mi sono dovuta ricredere. Si fa una gran fatica ad avvistarle se si nascondono tra le piante e si muovono con una grazia ed una eleganza disarmante.

logo rosino avatar finito

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*