Le spese di un viaggio: transfer, tasse di soggiorno ed ingressi

tasse di soggiorno

Quando organizziamo un viaggio fai da te, che magari tocchi anche più di una tappa, sono parecchie le spese da mettere in conto. Tolti i tre costi principali, ovvero il cibo, i voli, il trasporto per arrivare alla meta e gli alloggi, rimangono alcune piccole spese che sommate fra di loro fanno lievitare il costo complessivo della vacanza e, in generale, le spese di un viaggio. Quali sono queste spese “nascoste”? Beh, se penso ad esempio ad un alloggio prenotato su vari portali online è bene tenere a mente le tasse di soggiorno che, a volte, possono risultare anche parecchio elevate, così come da non sottovalutare è il transfer da e per l’aeroporto, i trasporti interni, gli ingressi a musei, parchi, dimore, monumenti e così via.

Transfer da e per l’aeroporto

Risultati immagini per transfer airport

Raggiungere l’alloggio dall’aeroporto (e ritornare indietro) è una spesa molto molto variabile. Esistono aeroporti che sono super collegati con il centro città e a prezzi anche contenuti. D’altro canto, invece esistono anche luoghi in cui i collegamenti sono scarsi e magari molto costosi.

Si passa da città in cui si arriva comodamente con la metro ad altre in cui invece oltre ai bus non ci sono altre opzioni. È bene dunque informarsi sulle varie tipologie di transfer disponibili nella destinazione del vostro viaggio e i relativi costi.

Tips: in città molto grandi e popolate è bene optare per trasporti su rotaia per evitare di rimanere imbottigliati e quindi perdere tempo prezioso per visitare o semplicemente riposare. Da ricordarsi anche di verificare se la zona aeroporto è inclusa nella tariffa di un eventuale biglietto urbano dei mezzi pubblici o della tessera turistica.

Tasse di soggiorno

Risultati immagini per hotel taxes

Chiamata anche tassa turistica, la tassa di soggiorno rappresenta una quota, solitamente fissa, che si è tenuti a pagare a parte oltre al prezzo dell’alloggio scelto. Si tratta di un’imposta che varia a seconda della città, del tipo di accomodazione, ma anche del periodo in cui si viaggia e che si aggira intorno al 3-5% della spesa totale di alloggio.

La quota da pagare può variare da meno di 1€ a notte per persona a città in cui si arriva anche a spendere 5€, sempre a notte per persona.

È quindi bene avere sempre un’idea di quanto si andrà a spendere di tasse di soggiorno per non avere sorprese al momento del check-in o check-out

Tips: potete consultare la ricerca online di Liligo che vi mostra a quanto ammonta la tassa turistica in determinate città d’Italia e d’Europa: clicca qui per approfondire.

Ingressi

Immagine correlata

Spesso non ci pensiamo ma visitare i monumenti, le attrazioni e gli edifici storici e iconici di una città può farci spendere un capitale, soprattutto in alcune destinazioni particolarmente care.

Online ormai si trova quasi qualsiasi tipo di informazione, ma anche le guide cartacee abbastanza recenti possono essere molto utili. Se fate qualche ricerca potrete trovare generalmente indicazioni sui costi d’ingresso più o meno di qualsiasi cosa vogliate visitare.

Tips: quando pianifico un viaggio, nell’itinerario dettagliato oltre a inserire giorno per giorno cosa visitare, indico anche gli eventuali prezzi di ingresso o di trasporto per raggiungere quella determinata chiesa o quello specifico museo, così da farmi, già prima di partire, un’idea più precisa delle spese di viaggio.

logo rosino avatar finito

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*