Lo splendore del Principato di Monaco

principato di monaco

Il Principato di Monaco è considerato una tra le mete turistiche più esclusive al mondo, la mecca del turismo di lusso per eccellenza. Pur essendo il secondo stato indipendente più piccolo del mondo, secondo solo allo Stato Vaticano, il Principato offre molte attrazioni interessanti per tutte le tasche. L’intera superfice del Principato di Monaco è occupata dalla città di Monte Carlo, da un’area urbana molto densamente popolata. Il Principato di Monaco si può raggiungere facilmente da Nizza sia con il treno o con l’autobus n. 100 che parte dal centro di Nizza ogni 15 minuti e arriva a Monte Carlo in una trentina di minuti.

La storia d’indipendenza del Principato di Monaco è secolare. Nel 1612 i nobili della famiglia Grimaldi ottennero il titolo di principi e Monaco venne quindi riconosciuta come principato. Principato dal territorio più esteso dell’attuale, era stato conteso per decenni da Regno di Francia, Regno di Spagna e ducato di Savoia. Era stato annesso alla Francia dopo la Rivoluzione, ma aveva presto riottenuto la sua indipendenza durante la Restaurazione grazie all’aiuto dei Savoia.

principato di monaco

Sin dall’inizio dell’Ottocento, il principato si afferma come località di villeggiatura di alta classe. Gode di grandissimo sviluppo economico sotto il regno di Carlo III, che nel 1858 commissiona la realizzazione del Grand Théâtre. Fonda anche la Société des Bains de Mer per valorizzare la bellezza delle spiagge mediterranee del luogo, amate dai turisti di tutto il mondo. Nel 1868 il re inaugura la prima ferrovia e la prima casa da gioco della città. L’intuizione è vincente. Il monarca voleva infatti risanare il bilancio statale e con l’apertura del Casinò di Monte Carlo riesce a realizzare un giro d’affari di tale portata da consentire a Carlo III di abolire di tutte le imposte dirette. Il quartiere del casinò prenderà il nome di Monte Carlo proprio in onore del sovrano e verrà esteso poi a tutta la città.

È l’architetto Charles Garnier a progettare il casinò di Monte Carlo, lo stesso che disegnò l’Opéra di Parigi. Garnier rappresenta uno dei massimi esponenti dello stile architettonico del Secondo Impero e disegna uno dei palazzi più importanti e visitati di tutto il Principato. Il casinò, elegantissima opera architettonica, diventa la meta del pellegrinaggio dei giocatori di ogni parte del mondo e tuttora continua a rappresentare un luogo di culto per gli appassionati. Per chi volesse entrare nel casinò è d’obbligo l’abito elegante (giacca e cravatta per gli uomini). La sala delle slot-machine e del gioco all’americana sono ad ingresso libero, mentre per accedere a tutte le altre sale occorre pagare un biglietto. Molti gli spettacoli e gli eventi prestigiosi che fanno parte dell’offerta del casinò del principato. Tra questi, dal 24 aprile al 4 maggio 2018 si terrà l’attesissimo torneo EPT Monte Carlo.

Il casinò rappresenta inoltre un’ottima postazione dalla quale seguire le gare automobilistiche del Gran Premio di Monaco. Il circuito di Monaco rappresenta un classico delle corse di Formula1. Il Gran Premio di Monaco è una corsa molto suggestiva che vede le strade della città trasformarsi in un circuito, ma, per la difficoltà del tracciato, la corsa ha sempre richiesto grande perizia da parte dei piloti e si è spesso distinta per un alto numero di incidenti.

Chi al rombo dei motori preferisce la calma del verde può rifugiarsi nel Giardino Esotico della città. In questo giardino comunale si possono trovare oltre 7.000 diverse specie di piante grasse e l’accesso ad una grotta naturale all’interno della quale si trova un antico osservatorio astronomico. Da non perdere anche il Roseto Princesse Grace, dedicato alla leggendaria principessa monegasca, l’inimitabile Grace Kelly. I suoi quattro ettari di terreno ospitano più di 4.000 rosai con più di 150 varietà di fiori e vegetali che provengono da ogni parte del mondo.

Gli ammiratori della principessa possono omaggiarla visitando il luogo della sua sepoltura nella città vecchia. La città vecchia è stata edificata su uno sperone roccioso chiamato Le Rocher e si caratterizza per la sua architettura medievale. Qui si trova la cattedrale dell’Immacolata Concezione, una chiesa neo-romanica in marmo bianco, costruita sui resti di una chiesa risalente al 1252. Nella cattedrale oggi riposano insieme Grace Kelly e il principe Ranieri, la leggendaria coppia reale monegasca del secolo scorso.

principato di monaco
ph holidaygreen.com

Chi ama gli animali e il mondo naturale non può farsi mancare una visita al Museo Oceanografico, uno dei più famosi acquari del mondo. In 6.500 mq sono ospitate oltre 6.000 differenti specie marine: pesci del Mediterraneo e dei mari tropicali, tartarughe, squali e persino una barriera corallina.
La vocazione marittima del principato è ben espressa dal Museo Navale che ospita oltre 200 modelli di navi, di cui molti antichi modelli storici. La Monaco Top Car Collection, collezione privata del principe Ranieri, permette invece di ammirare oltre 100 esemplari tra carrozze e auto di ogni tipo.

Monaco di Montecarlo offre soggiorni principeschi, ma anche tanti spunti e possibilità di ogni sorta per ogni tipo di viaggiatore.

logo rosino avatar finito

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*