Londra in 4 giorni, un itinerario ricco e completo

viaggiovintage

In questo mondo di TravelBlogger, Guenda’s Travels non poteva di certo non partecipare all’iniziativa #unviaggiovintage, lanciata da Monica di “Alla Ricerca di Shambala“.

Ci ho dovuto riflettere un po’ prima di decidere di quale viaggio parlare, per poterlo far rientrare nella tematica. Questo perchè, a differenza di tutte le altre ragazze/donne che hanno pubblicato viaggi vintage, io ho “solo” 23 anni e quindi non ho molte opzioni “antiche” da cui scegliere, anzi, risultano comunque tutte abbastanza recenti. Avrei potuto scegliere un qualsiasi viaggio fatto anni fa con la mia famiglia, di quando magari avevo 13 anni ma non mi sembrava di poter raccontare qualcosa di MIO.

Quindi, sfogliando gli album di foto sull’hard disk esterno, ho deciso che per #unviaggiovintage vi racconterò di LONDRA 2009, il primo viaggio pensato, organizzato e prenotato da me stessa, da sola, con le mie idee. E’ quindi un viaggio importante, non tanto per la meta quanto perchè segna l’inizio della mia indole da viaggiatrice e della mia voglia di organizzare viaggi nuovi, sempre più diversi, difficili e lontani.

eccovi quindi il mio viaggio vintage, direttamente dal 2009: Londra in 4 giorni, un itinerario ricco e completo

io londra3

Già 6 anni fa, a 17 anni, come oggi a 23, da vera maniaca dell’organizzazione, avevo studiato tutto alla perfezione con l’aiuto di google maps per la creazione di un itinerario logico e che facesse perdere meno tempo possibile tra una sosta e l’altra. Per evitare di dover tornare 2 volte nello stesso posto per intenderci.

In tutto abbiamo fatto 4 giorni pieni dal 13 al 17 Aprile, con ritorno la mattina presto.

Mi ricordo che avevo trovato un’offerta volo+hotel su www.lastminute.com . Putroppo non mi ricordo il prezzo preciso ma mi pare fosse sui 110€ a persona, volo Lufthansa e Hotel Queens Palace (se cliccate sopra il nome dell’hotel vi si apre la pagina booking)

SDC14767     SDC14762

L’Hotel, si trovava e si trova tutt’ora, a Crystal Palace, in periferia e di conseguenza non è in centro e non si trova in una zona molto “comoda”. Per arrivare a Londra centro dovevamo prendere un bus e la metro, ma per il prezzo stracciato e contando che di giorno eravamo sempre in giro e tornavamo solo la sera tardi, l’hotel ci serviva semplicemente per dormire e lavarci e quindi andava più che bene.

13 Aprile 2009:

Arrivati in aeroporto ad Heathrow abbiamo preso la metro fino ad Upper Tootin Rd (comprando la tessera valida su tutti i mezzi per 4 giorni) e poi il bus per raggiungere l’hotel, dove abbiamo sistemiamo le cose in stanza e abbiamo ripreso bus e metro per andare in città. Fermata Monument.

SDC14897

Da qui il mio itinerario, molto ricco e completo, prevedeva varie soste in un determinato ordine ovviamente, ma purtroppo tra cambi di pc e hard disk il file è andato perso, o per lo meno non riesco più a trovarlo.. chissà dove sarà.

Quindi mi scuso già ora se magari non sono proprio in ordine le varie tappe ma purtroppo non trovo più la mappa con l’itinerario segnato e quindi ho solo il file word con l’elenco delle cose che abbiamo visto e mi baso su un confronto con la cronologia delle foto.

Usciti dalla metro abbiamo visitato dunque Monument, St Paul Cathedral, il 30 St Mary Axe (il palazzo a forma di proiettile meglio conosciuto come The Gherkin o Swiss Re Building), attraversato il London Bridge e passeggiato sulla sponda sud del Tamigi, visitato la City Hall, ammirato la HMS Belfast, ovvero un’incrociatore leggero trasformato in nave-museo ed ormeggiata vicino al Tower Bridge, la Hay’s gallery, la Southwark Cathedral, il Globe Theatre, ovvero l’antico teatro di Shakespeare e poi siamo tornati verso il Tower Bridge, lo abbiamo attraversato e siamo arrivati al The Tower of London.

SDC14790

SDC14781

SDC14812

SDC14774

SDC14801 SDC14825 SDC14827 SDC14831

SDC14843

SDC14848

Dopo una visita abbiamo preso la metro alla fermata Tower Gateway e ci siamo diretti verso Greenwich dove ci attendevano il National Maritime Museum, che però non abbiamo visitato, la Queen’s House, l’Astronomy Center e soprattutto il Royal Observatory e il famosissimo Meridiano di Greenwich dove, ovviamente, abbiamo fatto la classica foto con metà del corpo da una parte e metà dall’altra del meridiano.

SDC14864                          SDC14867

SDC14872  SDC14870     SDC14876  SDC14875

Da Greenwich siamo tornati in zona Tower Bridge dove abbiamo fatto un’ultima passeggiata e ammirato il London Eye illuminato, mangiato e poi siamo tornati stanchi in hotel a dormire.

14 Aprile 2009:

Sveglia presto, abbiamo di nuovo preso i vari mezzi per arrivare in centro città, abbiamo fatto una colazione al volo e siamo scesi alla fermata Hyde Park Corner. Qui abbiamo fatto una scappatella all’Hard Rock Cafè a comprare una maglietta da aggiungere alla mia collezione.io londra1

Hyde Park è un parco reale ENORME e di conseguenza non lo abbiamo in lungo e in largo per mancanza di tempo ma ci siamo soffermati su alcuni punti che hanno attirato la nostra attenzione come il Wellington Arch; Poi ci siamo diretti verso Buckingham Palace percorrendo la Constitution Hill. Arriviamo in tempo per il cambio della guardia che avviene ogni giorno alle ore 11. Ci siamo poi immersi di nuovo nel verde, sta volta all’interno di St James Park, fino ad arrivare a Westminster, dove abbiamo visitato l’abbazia. Subito lì vicino ci sono la St Margaret’s Church, la House of Parliament e il Big Ben dove ovviamente ci siamo soffermati per fare taaantissime foto!

SDC14925

SDC14961 SDC14960 SDC14980 SDC15157

SDC15163 SDC15159 SDC15042SDC15057

Abbiamo attraversato il Westminster Bridge e siamo andati dall’altro lato del fiume per salire sulla ruota panoramica, la London Eye, da dove ci siamo godutiun’ottima vista sulla città. Dopodichè la nostra attenzione è stata attirata da un museo, il muso del cinema se non ricordo male.

SDC15189

Dopo il divertente museo del cinema abbiamo preso la metro per andare a Piccadilly Circus a fare un giro tra negozi e poi ci siamo diretti, sempre in metro, verso l’Emirates Stadium, lo stadio dell’Arsenal, e di ritorno ci siamo fermati alla stazione ferroviaria di Kings Cross, resa famosa dal binario 9 e 3/4 dei libri di Harry Potter.

SDC15192

Dopo l’atmosfera Rowlinghiana siamo tornati in Londra centro e ci siamo diretti a Trafalgar Square, dove abbiamo cenato e poi ci siamo diretti verso l’hotel che ormai si era fatto tardi.

15 Aprile 2009:

La prima fermata di questa giornata è stata Harrods dove abbiamo un po’ di shopping obbligatorio poi South Kensington dove abbiamo visitato il Natural History Museum che è gratuito.

SDC15218

Da qui ci siamo diretti verso i Kensington Gardens, ammirando la Royal Albert Hall, la statua di Peter Pan e il Kensington Palace.

SDC15239 SDC15240 SDC15248

Attraversati da sud verso nord questi magnifici giardini siamo arrivati dove si trova la fermata della metro di Notting Hill Gate e ci siamo addentrati nell’omonimo quartiere di Notting Hill, in direzione di Portobello Road, dove si trova un gigantesco mercatino dell’antiquariato. Abbiamo passeggiato tra le bancarelle e siamo poi tornati indietro verso la fermata della metro per poi scendere a Marble Arch, dove ci attendevano Oxford Street e Bond Street.

SDC15272

16 Aprile 2009:

Questa giornata è stata la giornata dedicata ai musei, ma prima di arrivare a quello delle cere, il Madame Tussauds ci siamo fermati ad Abbey Road, dove si trova il famosissimo passaggio pedonale immortalato nell’immagine di copertina dell’omonimo album dei Beatles. Abbiamo ripreso la metro e siamo scesi a St Johns Wood da dove ci siamo poi diretti verso Baker Street dove si trova il museo di Scherlock Holmes, che 6 anni fa costava 6£. Terminata la breve visita e scattata una foto con la statua del mitico detective abbiamo camminato fino al Madame Tussauds (ingresso 25£ nel 2009).

SDC15413

SDC15414

Dopo il Tussauds eravamo di nuovo in metro. Siamo scesi a Euston Square dove si trovano l’University College of London e il British Museum che abbiamo visitato gratuitamente.

SDC15422

Terminata la visita ci siamo diretti verso Regent Street per vedere Hamleys, il più antico negozio di giocattoli del mondo!

Infine abbiamo fatto una bella passeggiata tra i negozi di Carnaby Street, cenato e siamo tornati in hotel a preparare le valigie.

17 Aprile 2009:

Volo di ritorno in Italia.

SDC14755

 

Beh che dire, è stato un viaggio molto interessante e anche stancante, con giornate molto piene e movimentate.

L’itinerario che avevo pensato prima di partire ha funzionato benissimo e sono tornata molto soddisfatta di me stessa. Sicuramente, nel caso in cui ci dovessi tornare in futuro, cambierei qualcosa per apportare qualche miglioria, ma come primo “plan” di viaggio me la son cavata molto bene.

Spero apprezziate anche voi!

 

A presto!

guendalogo

3 thoughts on “Londra in 4 giorni, un itinerario ricco e completo

  1. ciao Guenda, ognuno porta la sua esperienza, piccola o grande, recente o vecchissima, per fortuna #unviaggiovintage non è una gara ma solo opportunità di condividere qualcosa di noi. Quindi grazie per aver partecipato! Io Londra ho aspettato…ehm… 40 anni per decidere che dopo mille altri giri era l’ora di vederla e ci sono appena stata per questo capodanno. E devo ammettere che tu a soli 17 sei stata in gambissima, hai visto una marea di cose e credo tu possa essere davvero soddisfatta come organizzatrice 🙂 Monica

    1. Si infatti ma davanti a vecchie fotografie scannerizzate le mie ormai già digitali perdono un po’ di fascino, tutto qui! ahahah 😉
      Comunque si, soddisfatissima! Grazie a presto! 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*