COSA VEDERE A SIGTUNA: il primo villaggio della Svezia

COSA VEDERE A SIGTUNA

A poco meno di un’ora di auto o bus a nord dal centro di Stoccolma si trova Sigtuna, un piccolo villaggio dove il tempo sembra essersi fermato anni fa. Cosa vedere a Sigtuna ?

Meta perfetta per una gita in giornata di evasione dalla città, Sigtuna è piccolina e facilemente visitabile.

cosa vedere a sigtuna

SCOPRIRE SIGTUNA

Fondata negli anni 970 dal re Erik Segersäll, Sigtuna è la più antica cittadina svedese e si presenta oggi come un villaggio pittoresco e pieno di fascino affacciato sul lago Mälaren.

Costruita in una posizione strategica che permetteva di scorgere i nemici in lontananza in arrivo dal lago da un lato e dalla collina dall’altro, Sigtuna porta ancora oggi i segni del popolo vichingo.

Oltre ad essere la prima città svedese ad essere fondata, a Sigtuna venne coniata anche la prima moneta per volere del Re Olof, figlio di Re Erik Segersäll, fondatore della città.

Il motto di Sigtuna oggi è “Where Sweden Begins” ovvero dove iniziò la Svezia, e come dargli torto!

 

COSA VEDERE A SIGTUNA: itinerario alla scoperta del villaggio vichingo

A Sigtuna è impossibile perdersi e tutte le “attrazioni” sono raggiungibili tranquillamente e velocemente a piedi.

Vi illustro un intinerario semplice ed intuitivo da seguire che vi porterà alla scoperta della città:

Mariakyrkan e St. Olofs Kyrkoruin

COSA VEDERE A SIGTUNA mariakyrkan Appena si arriva Sigtuna non si può fare a meno di notare la Chiesa di Santa Maria, il più vecchio edificio in mattoni rossi di tutta la valle, aperta giornalmente ai visitatori e le rovine della vecchia Chiesa di St. Olaf, una delle 3 chiese medievali di cui rimangono i resti, datata probabilmente intorno al 1100.

COSA VEDERE A SIGTUNA st olof kyrkoruin

St. Lars Kyrkoruin e la Pietra Runica

Poco più avanti lungo lo stesso lato della strada si trovano altri resti antichi, quelli della Chiesa di St. Lars, davanti ai quali si erge una Pietra Runica.

Pietre Runiche

COSA VEDERE A SIGTUNA runic stone

Nessuna città possiede una così grande moltitudine di Pietre Runiche come Sigtuna. In città se ne possono trovare 25 circa e nell’area circostante se ne arrivano a contare fino a 170 circa. L’usanza di ergere queste pietre incise risale all’11esimo secolo e venivano erette in memoria a qualcuno oppure per descrivere viaggi. Vi si possono trovare anche raffigurazioni di preghiere e venivano posizionate in zone strategiche, dove potevano essere viste e lette da più persone possibile, come ad esempio ponti, vicoli o cortili.

COSA VEDERE A SIGTUNA runic stone by the lake

Al centro informazioni trovate una mappa delle pietre runiche presenti ancora oggi a Sigtuna!

Radhuset

COSA VEDERE A SIGTUNA radhuset outside

Tornando poco più indietro, dall’altro lato della strada, si trova invece la piazza principale di Sigtuna, Stora Torget, sulla quale si affaccia il Radhuset, ovvero il vecchio municipio. Si tratta molto probabilmente del Palazzo del Municipio più piccolo della Svezia e forse addirittura di tutta Europa. Ideato nel 1740 da Erik Kihlman con i suoi graziosi interni barocchi è oggi una location molto richiesta per i matrimoni.

COSA VEDERE A SIGTUNA radhuset

TIPS: Se vi posizionate di fronte alla porta d’ingresso e guardate a sinistra di essa, vedrete una sorta di buco: quello che vedete emergere è il legno vecchio ed originale dell’edificio!

COSA VEDERE A SIGTUNA radhuset original wood

Stora Gatan

COSA VEDERE A SIGTUNA Stora Gatan

Si tratta dell’arteria principale della cittadina nonchè della prima strada/via svedese mai costruita. Si erge oggi a soli 3 metri sopra la strada originale di un tempo. Qui trovate negozietti, caffè e tutto il cuore pulsante della vita di Sigtuna.

Drakegården

Questo edificio verdino col tetto bordeaux risale al 1700 ed è stato sia un hotel che una residenza privata. Oggi accoglie al suo interno il punto informazioni per turisti dove potrete non solo ricevere notizie riguardanti Sigtuna ma potrete anche comprare dei souvenir. Sul retro si trova inoltre un bellissimo giardino.

Tant Bruns Kaffestuga

COSA VEDERE A SIGTUNA Tant Bruns Kaffestuga

Con il municipio alle vostre spalle se imboccate Stora Gatan girando alla vostra destra, poco dopo sulla sinistra noterete una casetta rossa molto vecchia. Si tratta del Tant Bruns Kaffestuga,uno dei più antichi cafè di Sigtuna ed addirittura di tutta la Svezia. Il barone Gustav von Paykul acquistò la rporpietà a fine del 1960 per ristrutturarla e durante i lavori sono emersi dei resti di corteccia e terra tra le travi del tetto, il che indica che l’abitazione risale al 1600. Oggi il Tant Bruns Kaffestuga è un cafè dove fermarsi anche per ottimi pranzi! Da provare sono assolutamente le polpette con insalata di barbabietole e la deliziosa torta di mele fatta in casa. Da leccarsi i baffi!

COSA VEDERE A SIGTUNA Apple Pie

A seconda dell’orario potete decidere di ritornarci più tardi per mangiare o bere qualcosa, se vedete che è tanto affolato magari prenotate un tavolo!

Sigtuna Museum

COSA VEDERE A SIGTUNA museo

Proseguendo su Stora Gatan si arriva nella vecchia zona reale della città dove oggi sorge il Museo di Sigtuna. Qui si ipotizza che un tempo sorgesse la dimora reale. Rinnovato nella primavera del 2015, al suo interno trovate delle esibizioni annuali ed una collezione unica di reperti archeologici del periodo Vichingo e dei primi anni del Medioevo.

 

.. Dopo il Museo passate davanti al 1909 Sigtuna Stads Hotell che offre un mix tra lusso e tradizione ai suoi ospiti e dirigetivi verso il lago Mälaren, per una tranquilla passeggiata lungo le sue rive.

COSA VEDERE A SIGTUNA lago

COME RAGGIUNGERE SIGTUNA DA STOCCOLMA

Da Stoccolma si può arrivare a Sigtuna in poco meno di un’ora in macchina, in treno + bus ed in estate anche in barca.

– Treno+ bus: basta prendere il treno con destinazione Märsta alla stazione centrale di Stoccolma (37 min circa). Da Märsta si prendere il bus 570 o 575 fino a Sigtuna (20 minuti circa). Il viaggio è incluso nella city card.

– Barca: nel periodo estivo è possibile fare una gita in barca per raggiungere Sigtuna. Ci sono diverse opzioni che parto dal City Hall e fermano a Sigtuna, come per esempio Stromma o la Kungsleden che ferma anche ad Uppsala.


Se avete dubbi, domande o necessitate di ulteriori informazioni non esitate a contattarmi o commentando questo articolo oppure mandando una mail a info@guendastravels.com !

logo guenda sweden

2 thoughts on “COSA VEDERE A SIGTUNA: il primo villaggio della Svezia

  1. SIGTUNA. “Sigtuna: Se io giocassi, tu una ninna nanna avresti. Partimmo da Stoccolma in autobus, volevamo fermare il tempo un altro po’. E ci riuscimmo, per un giorno soltanto. Perdersi era impossibile, ma noi volevamo perderci, pertanto, ci rifugiammo dentro a una comitiva di turisti. Parlavano di vichinghi e ci mostrarono quell’invidiabile posizione strategica che permetteva di scorgere i nemici. Oh averla noi una collinetta così bella ed efficace nella mente. E soprattutto nel cuore. Ma tant’è. Iniziò a Sigtuna questa nostra storia, e tu mi regalasti una moneta di Re Olof, con su scritto: QUA DOVE LA NOSTRA STORIA COMINCIA! Io raccolsi una pietruzza dicendoti: è pietra runica, me l’ha confidato il vecchio che puliva le scale della chiesa. Mi disse piano: regalale una pietra, serve a futura memoria. Era inglese sbiascicato, io capii qualcosa, chissà, l’amore eterno!? Ciò volli capire amandoti in albergo. Pensammo di sposarci in municipio, la lista era lunga ma vuoi mettere Sigtuna con Las Vegas? Giravamo avanti e indietro tra i negozi ed i caffè, in 5 minuti era finito il tour. Ma noi ripartivamo, facendo nostro ogni metro, abbracciati stretti, mani a culo e viceversa. L’amore porta a fare cose sceme che però non ti vergogni mai. Ci imboccavamo di polpette e barbabietole e torta di mele fatta in casa. Tre porzioni: troppe le calorie da recuperare. E quando poi passeggiammo sulle rive del lago Mälaren, qui forse compresi che mi era ritornata dentro la vita. Mi ero lasciato abbandonare. In te ritrovai lo splendore, guardandoti. Sigtuna, villaggetto di 7000 anime, scoperto per caso dopo aver perduto un aereo. Sigtuna, 7001 anime, se ritrovai la mia, grazie a te. Io cercavo l’anima, tu cercavi le papere e mi parlavi del giovane Holden, e di dove finiscono le papere quando il lago è ghiacciato. Parlavi di papere mentre io cercavo di baciarti l’anima in Svezia. Ps: E quando le trovammo, non riuscimmo a fare niente, né un bacio, né un panino, che ‘ste papere stemperarono il nostro amore starnazzandoci contro ed inseguendoci fino al limitar del bosco. Intanto, su nel cielo, gli aerei cercavamo inutilmente di riportarci con la testa a Milano”. (Memorie di un amore, Sigtuna, A. Battantier, 2006).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*