Cosa vedere in 2 giorni ad AUSTIN

IMG_5091

AUSTIN

La città di Austin è la capitale dello Stato del Texas.

Offre un grande vantaggio per i turisti, cioè le “attrazioni” o cose da vedere essenziali si concentrano tutte in 2 aree quindi molto facile da girare a piedi. Inoltre troverete la 6th Street, il cuore della città, piena di ristoranti, bar, edifici storici e negozi di souvenirs, ottima per sera!!!
Io, in base alla posizione delle varie attrazioni, mi sono costruita un tour principalmente da fare a piedi con solo un paio di spostamenti in macchina per diminuire i tempi (dato che ho avuto a disposizione solo 1 giornata e mezza scarsa). Ve ne dò la versione più tranquilla e diluita su 2 giorni pieni di seguito:

Giorno 1: DOWNTOWN

Sveglia prestino.

Se avete soggiornato a nord della metropoli come ho fatto io, inziate il tour con 4 soste in macchina prima di parcheggiarla e proseguire a piedi.

– La prima sosta è la Lyndon Baines Johnsons Library and Museum, chiamata anche LBJ Presidential Library, una delle 13 biblioteche presidenziali amministrate dall’Archivio Nazionale. Contiene più di 45 milioni di pagine di documenti storici. Io non ci sono entrata.

lbj presidential library austin

– Seconda sosta veloce per fare una foto alla Littlefield House (non è una tappa indispensabile, piaceva a me)

– Terza sosta: Baylor Street Art Wall. E’ una cosa molto particolare, sicuramente da vedere. Si tratta di un condominio mai terminato che è diventato col passare degli anni una sorta di tela per gli “artisti con le bombolette”. Vi troverete infatti davanti ad un infinità di graffiti, un sacco di colori e, per quelli che si arrampicheranno fino in cima, ci sarà pure una splendida vista sulla città. Contate 5 minuti/15 se andate fino in cima per la sosta.
Indirizzo: 11th&Baylor Street.

baylor stree art wall austin

baylor stree art wall austin

– Quarta sosta: Bullock Texas State History Museum. Come vi anticipa il nome si tratta di un museo. Anche se non avete intenzione di entrarci, come me, l’entrata, con la Lone Star gigante, è degna di una sosta e di uno scatto dal sapore veramente texano!!!

bullock museum austin

Da qui dirigetevi a parcheggiare la macchina e ad avviare il  TOUR A PIEDI

QUESTIONE PARCHEGGIO:
Parcheggi gratuiti, a meno che non abbiate un hotel in centro che lo abbia, non ne esistono per quanto ne sappia io. La scelta che mi è sembrata più logica ed economica, dopo una ricerca online, è stata quella di parcheggiare al parcheggio del campidoglio, al Capitol Visitors Parking Garage, situato al 1201 di San Jacinto St ( tra la Trinity e San Jacinto tra la 12esima e la 13esima strada). Questo parcheggio infatti offre gratuite le prime 2 ore e poi 1$ ogni 30 minuti. Se no ci sono i parcheggi col parchimetro ma non avendo le 2 ore gratis non mi convenivano molto.

Bene, abbandonata la macchina al parcheggio, dirigetevi verso il centro visitatori del State Capitol, che è proprio di fronte. Qui munitevi di mappa e altre guide utili, gratuitamente.

Da visitare:

The Texas State Capitol
E’ ora di andare a visitare il Campidoglio!!!!

state capitol austinSe Vi recate all’entrata principale, passate la sicurezza, sulla vostra sinistra c’è il ritrovo per le visite guidate GRATUITE che partono ogni mezz’ora, se invece non vi interessa una visita guidata potete andare alla scoperta per conto Vostro. Non ci sono costi d’ingresso.

Io approfitto di questa opportunità e faccio la visita guidata. Molto interessante sia la Senate Chamber che la House Chamber.

capitol austin

state capitol austin

state capitol austin

state capitol austin

Dopo la visita dirigetevi all’esterno per qualche selfie e poi alla seconda tappa del tour: la Governor’s Mansion, anche se purtroppo non è possibile entrarci.

governor's mansion austin

 Terza tappa è la Lundberg Bakery (o Old Bakery adn Emporium), un’antichissimo panificio oggi adibito a negozio di souvenir, esposizioni ecc..
                                                   bakery austin bakery austinbakery austin

Quarta tappa è St Mary’s Cathedral, entrata a far parte del registro nazionale dei luoghi storici nel 1973.

st mary cathedral austin

st mary's cathedral austin
Dopo una visita alla cattedrale si susseguono vari edifici storici, per cui solo qualche scatto esterno e via!

Il primo che incontrerete dopo St. Mary e la Millet Opera House, un’edificio storico costruito nel 1878 diventato uno dei più grandi teatri della città del tempo e trasformato in scuola pubblica nel 1940. Dopo minacce di demolizioni del 1950 l’edificio è stato salvato da un groppo di cittadini e trasformato in stamperia fino al 1979 quando diventò un “social club”.
(Indirizzo: 110 East 9 Street)millet opera house austin

Walter Tips Building, eretto nel 1876 è uno dei vari edifici costruiti da J.N. Preston, per la Tips Foundry & Machine Company. La facciata del secondo e terzo piano sono in stile Venetian Ghotic.(Indirizzo: 710 N Congress Av)

The Driskill Hotel, eretto nel 1886 in tipico stile Romanico, è l’hotel ancora operativo più antico in città e, in generale, uno degli hotel più conosciuti in Texas. Oltre ad essere molto bello esteticamente, dicono che la stanza numero 525 sia infestata (Indirizzo: 604 Brazos St.)

driskill hotel austin

Vi trovate ora sulla 6th Street, che come vi avevo già accennato è il fulcro di Austin. Qui trovate altri edifici storici. Io li ho passati tutti e poi mi sono fermata per un pranzo veloce in uno dei tantissimi ristoranti e a comprare dei souvenirs in uno dei mille negozietti.

6th street austin

 

Ecco alcuni degli altri edifici storici:

O. Henry Hall, anche conosciuto con il nome di US Post Office and Federal Building, è un edificio terminato nel  1881, sede della corte distrettuale sino al 1936 e diventato poi ufficio postale, oggi è la sede amministrativa della University of Texas (Indirizzo: 126 W 6th St)

Hannig Row, è il secondo edificio più noto della sesta strada, dopo il Driskill Hotel. Venne costruito nel 1876. (Indirizzo: 200E 6th St)hannig row austin

O. Henry Museum, un piccolo cottage in stile Vittoriano, fu casa del famoso scrittore americano William Sidney Porter, conosciuto appunto come O.Henry. Divenne museo nel 1934.(Indirizzo: 409 E 5th St. Orari: dal mercoledì a domenica 12-17).

Subito accanto si trova la Dickinson House.disckinson house austin

Trascorrete il tardo pomeriggio- serata sulla sesta strada e cenate in uno dei tanti ristoranti!

Domani Vi aspetta una giornata all’insegna della natura e del relax!

Giorno 2: Zilker Metropolitan Park & Barton Springs

Oggi vi attende una giornata più rilassante, al di fuori del centro di Austin. Ci dirigiamo verso il Zilker Metropolitan Park ma prima facciamo una breve sosta all’indirizzo 1720 S 1st St. Sul muro a sud del Roadhouse Relics infatti, si trova un murales veramente bello e molto fotografato: il Greetings From Austin Mural.

Dopo uno scatto come ricordo avviatevi verso il vicino Zilker Metropolitan Park. Qui se avete tempo potete trascorrervi un’intera giornata.zilker park austin

Trovate:
– i giardini botanici, il Zilker Botanical Garden , aperto fino le 17.30, con ultimo ingresso alle ore 17. Ingresso 3$ per non residenti. Molto carini!

– l’Umlauf Sculpture Garden and Museum

Barton Springs Pool, un MUST assolutamente sia d’estate che d’inverno. Si tratta di un’enorme piscina scavata nella roccia dove poter fare il bagno. L’impianto è dotato di bar, servizio di salvataggio, toilette ecc. D’estate si paga l’ingresso (4$) e d’inverno è gratuito. Da vedere!

barton springs pool austin

barton springs pool austin

Per il tramonto io vi consiglio un altro posticino veramente carino, Mount Bonnel, da dove ammirare la “golden hour” sulla metropoli, sul Lake Austin e sul Colorado River. Moun Bonnel infatti è considerato il punto più alto della città con 775 piedi di altezza e vi troverete famiglie, coppie o gruppi di amici che ne approfittano perorganizzare dei pic nic!

colorado river

sunset over austin mount bonnell

Qui finisce la mia gita nella capitale del Texas!

[Se avete più tempo a disposizione vi consiglio di aggiungere, prima di arrivare qui se provenite da Houston, il McKinney Waterfalls State Park, che dicono sia favoloso. L’ingresso costa 6$.]


Vi ho elencato le cose essenziali da vedere in 1/2 giorni. Se contante di entrare in qualche museo tenete conto che vi servirà più tempo e se ne avete a disposizione di più potete dare un occhio anche a queste ulteriori cose: George Washington Carver Museum, Hamilton Pool Preserve e Krause Springs.

Alla prossima!
guenda bici

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*