MALTA del Nord: alla scoperta della penisola di Marfa

malta del nord

Ci troviamo nel bel mezzo del secondo giorno di soggiorno sull’isola maltese.

Abbiamo trascorso la mattina e il primo pomeriggio in spiaggia, prima a Ghajn Tuffieha, dove abbiamo anche pranzato e poi a Golden Bay subito di fianco. Potete leggere un confronto fra le due spiagge che ho fatto in un mio articolo precedente: 

GHAJN TUFFIEHA e GOLDEN BAY: Due Spiagge di Malta a Confronto.

Dopo esserci rilassati e abbronzati un po’, decidiamo di ripartire alla scoperta dell’isola, sta volta puntando verso l’estremo nord, toccando gli angoli più nascosti e remoti della Penisola di Marfa.

Seguiamo questo itinerario:

Partenza da Golden Bay

– Anchor Bay (Popeye Village)

– Red Tower

– Promontorio Ras il-Qammieh

– Paradise Bay

– Ramla Bay

– Ramla Tal’Qortin (da evitare)

– Armier Bay

– White Tower Bay (da evitare)

– Promontorio Dahlet ix-Xilep (Statua della Madonna)

strada malta

1) Partiamo dunque da Golden Bay, con la nostra piccola Peugeot 107 e ci inoltriamo tra le strette viette di campagna circondati da natura arida, fino ad arrivare ad Anchor Bay, così chiamata perchè furono rinvenute dai suoi fondali numerose ancore romane. Qui, nascosto nella baia, si erge il coloratissimo e graziosissimo Popeye Village, anche conosciuto come Sweetheaven Village. Si tratta di un vecchio villaggio di pescatori affacciato su una magnifica laguna dalle acque turchesi e limpidissime, trasformato prima in un set cinematografico in occasione delle riprese di Popeye, film-musical del 1980 con Robin Williams e in seguito in attrazione turistica, un parco divertimenti con ingresso a pagamento. Non offre granchè in realtà ma è adatto ai bambini che si divertono un mondo tra spettacoli, marionette e giostre. Per i più grandi, oltre che passeggiare per le vecchie e sgangherate case in legno, può essere anche interessante fare un giro in barca. Per maggiori informazioni, orari e tariffe visitateil sito ufficiale: Popeye Village Malta.

popeye village anchor bay malta

2) Facciamo qualche foto dall’alto e proseguiamo dritti fino a Mellieha, meta impostata sul navigatore. Qui accostiamo solo e scendiamo velocemente dall’auto per curiosare svelti la sua spiaggia, Mellieha Bay, la più grande di Malta. E’ una spiaggia molto estesa, con sabbia bianca e fine, sicuramente una valida alternativa cittadina! Giudizio: molto bella!! La città la visiteremo con calma un altro giorno.

mellieha beach malta

Ci inoltriamo sulla Penisola di Marfa, prima tappa: la Red Tower.

red tower malta

Questa torre è particolare, oltre che per il suo infuocato color rosso, per la sua forma che ricorda quella della pedina degli scacchi. Da qui il panorama è splendido e volendo si può anche visitare l’interno della struttura con poco più di 1€ a persona. Attenti però che la torre è aperta alle visite solo fino le ore 16!

mellieha vista dalla red tower malta

3) Qui tutti tornano indietro sulla strada principale e proseguono verso nord, noi invece decidiamo di puntare all’estremo ovest, seguendo la strada che ci ha portati alla Red Tower. Arriviamo fino a dove la terra finisce ed incontra, con grosse scogliere a strapiombo sul mare, le acque blu del Mar Mediterraneo. Ci troviamo sul promontorio di Ras il- Qammieh, il punto più ad ovest dell’isola (se escludiamo Gozo). Intorno a noi solo la natura, silenzio e il vento che ci accarezza la pelle. Ci fermiamo per ammirare il panorama e fare qualche foto.

promontorio ras il qammieh malta

promontorio ras il qammieh malta

promontorio ras il qammieh malta

Da qui torniamo indietro, ripassiamo davanti alla Red tower e ci rimettiamo sulla strada principale per andare a dare uno sguardo veloce alle varie spiagge che il Nord di Malta offre e per scegliere dove passeremo la nostra ultima giornata prima della partenza. Non ci fidiamo molto delle guide quando si tratta di spiagge, preferiamo constatare con i nostri occhi!

4) Quarta tappa del nostro tour del nord è quindi Paradise Bay, una piccola ma bellissima spiaggia, con un lembo di terra non molto esteso ma fatto di sabbia fine e chiara. La si raggiunge seguendo per il porto di Cirkewwa, ma svoltando a sinistra ad un certo punto. fate attenzione che c’è il cartello che vi indica quando girare! E’ una spiaggia libera ma trovate, a pagamento, anche servizio ombrelloni e sdraio, in caso voleste essere più comodi. Presente anche bar-ristorante e servizi. Giudizio: molto molto bella!

paradise bay malta

5) e 6) Quinta e sesta tappa: Ramla Bay e Ramla Tal’Qortin. La prima è una spiaggia piccolissima di cui gran parte destinata al resort che vi si affaccia. Non è male in realtà ma ce ne sono sicuramente di migliori.

ramla bay beach malta

La seconda è un incubo. In realtà chiamarla spiaggia è più esagerato. Sabbia non ce n’è e come sfondo a questo luogo già triste di suo ci si aggiungono pure, come una ciliegina su una torta andata a male, delle baracche orrende, che non si capisce bene se siano abbandonate o meno. Da evitare.

7) Settima tappa: Armier Bay. Qui si torna per fortuna alla normalità. Si tratta di una spiaggia di dimensioni piuttosto grandi rispetto alle precedenti, con sabbia chiara, ombrelloni, sdraio, bar e cafè, che servono una grande varietà di cibi e bevande.

armier bay malta

8) Ottava tappa: White Tower Bay. Se Ramla Tal’Qortin faceva venire i brividi questa ci va molto vicino, se non che qui almeno la spiaggia esiste, anche se piena zeppa di alghe ed altri rifiuti. Da evitare anche questa.

white tower beach malta

9) La nona ed ultima tappa del nostro tour sulla Penisola di Marfa è il promotorio ad est, Dahlet ix-Xilep. Dopo aver visitato quello ad ovest non potevamo farci mancare quello dal lato opposto!! Non credete anche voi? Qui si trova una piccola cappella curata da due donne e la Statua della Madonna, oltre che una lapide in ricordo ad un ragazzo caduto dalla scogliera.

dhalet ix xilep chapel malta

statue of the madonna malta

Il nostro tour della penisola di Marfa alla scoperta della Malta del Nord termina qui, ma non la nostra giornata…


Nel tornare verso la nostra base, a San Julians, ci fermiamo infatti anche nella baia di St Paul, St Pauls’ Bay, dove facciamo una passeggiata sul lungomare e a Qawra, anche qui passeggiando nella zona dell’Acquario Nazionale di Malta e sorseggiando un buon cocktail al Cafè del Mar, con una fantastica piscina a strapiombo sul mare.

st paul's bay malta

st paul's bay malta

acquario qawra

cafe del mar qawra

Dopo una doccia in hotel, usciamo a cenare al ristorante Avenue, a Paceville che offre un menù vario e piatti molto buoni a prezzi ridotti, e poi andiamo a tentare la fortuna al Portomaso Casino.


 

Nei prossimi articoli visiteremo La Valletta, Vittoriosa, Marsascala oltre che altre spiagge tra cui il famoso e magnifico St Peter’s Pool!

Stay Tuned! 🙂

Guenda's Travels Avatar

2 thoughts on “MALTA del Nord: alla scoperta della penisola di Marfa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*