ZANZIBAR 2013

dimensioni ridotte



Dopo che il nostro viaggio per Marsa Matroh (Egitto costa mediterranea) è stato annullato dal Tour Operator a seguito dell’annuncio della Farnesina del blocco delle partenze, visto che era troppo pericoloso recarsi nel Paese, ci siamo trovati a pochi giorni dalla partenza senza nessuna meta. Il Tour Operator ci ha offerto delle alternative che però non ci soddisfavano e che per lo stesso prezzo ci sembravano troppo care. Dunque, visto che abbiamo passato tutte estate a casa aspettando questa vacanza e non avevamo alcune intenzione di stare ancora in pianura padana, abbiamo cercato noi per un’alternativa in lungo e in largo e abbiamo trovato questa proposta allettante su Lastminute con partenza dopo 3 giorni! 
 
Con questo post vorrei chiarire un po’ le idee a chi volesse prenotare una vacanza in questo villaggio e anche a chi ha letto delle recensioni negative su di esso, perchè prima di partire io stessa ho letto delle recensioni del tutto fuori luogo e non rispecchianti ciò che ho trovato là.
dimensioni ridotte 
INFORMAZIONI GENERALI:

Durata: 1 Settimana – 07-15 September 2013
 
Pacchetto “Volo+Villaggio All Inclusive”:
Volo Meridiana + Villaggio “KIWENGWA BEACH RESORT” (Phone and Go)
1742€ (871€ a persona) incluso di tasse aeroportuali, adeguamento carburante ecc.
Esclusi il trasferimento (18€ a persona da pagare solo all’andata),
il visto di entrata e tassa di uscita (50+48$ a persona)
e la tassa di soggiorno di 9$ a notte a persona.
Insomma il tutto a circa 140/150€.
Il pacchetto l’abbiamo prenotato su Lastminute la sera di mercoledì 4 settembre a 3 giorni dalla partenza. Dopo l’acquisto con carta di credito siamo stati contattati da un operatore di Lastminute che ci ha spiegato che il giorno prima della partenza avremmo ricevuto i biglietti ecc. Tutto molto sicuro, tranquillo, perciò se non avete mai acquistato su Lastminute potete fidarvi.
 zanzibar_boarding
zanzibar_airport
Descrizione della Struttura: 
zanzibar_kiwengwa_beach_resort_1
zanzibar_kiwengwa_beach_resort
Il Kiwengwa Beach Resort è situato sulla costa orientale dell’isola di Zanzibar. Distante circa 40 minuti dalla città di Stone Town e circa un’ora dall’aeroporto.
Il villaggio si affaccia direttamente su una lunga spiaggia di sabbia bianca con bungalow a piano terra, in caratteristico stile africano con tetti in makuti.
Sono presenti vari servizi: una piscina d’acqua dolce, un bar con zona TV, la nuova lounge al coperto dove si svolgono anche spettacoli di intrattenimento folkloristico locale (animazione, balli di gruppo, spettacoli col fuoco, spettacoli masai ecc..), una boutique e un negozio di artigianato.
 
Caratteristiche della struttura:
In prossimità della spiaggia
Piscina
Teli mare gratuiti su cauzione
Lettini ed ombrelloni gratuiti in spiaggia
Ristorante in hotel
Cassette di sicurezza gratuite in reception
Cambio valuta
Connessione Internet Wifi gratuita nelle zone comuni
Campi da Tennis
Calcio in spiaggia
Beach Volley
Vela
Canoa
Snorkeling
Animazione
Assistenza in loco
zanzibar_kiwengwa_beach_resort_2
zanzibar_kiwengwa_beach_resort_3Trattamento:
Soft All Inclusive dalle ore 9:00 alle ore 22.00.
Comprende colazione, pranzo e cena; Bevande analcoliche al bicchiere, thè, caffè
americano e snack pomeridiano.
 
Camere:
Presenti 104 camere rinnovate e ristrutturate suddivise in bungalow ed in palazzina a 2 piani, tutte distribuite nelle immediate vicinanze
della spiaggia e del corpo centrale della struttura. Sono dotate di servizi privati con doccia, asciugacapelli, letto matrimoniale o letti
singoli a baldacchino con zanzariera, aria condizionata regolabile individualmente, ventilatore, minifrigo e terrazza.
In posizione privilegiata si trovano invece le camere ocean view, con accesso diretto alla spiaggia. 
zanzibar_kiwengwa_beach_resort_roomzanzibar_kiwengwa_beach_resort_balcony_1 zanzibar_kiwengwa_beach_resort_balcony
Servizi:
A disposizione degli ospiti un ristorante principale ed un bar rinnovati.
Nel corso della settimana vengono organizzate serate con cucina a tema per gustare piatti della tradizione locale ed internazionale, oltre alle immancabili prelibatezze italiane.
E’ inoltre presente, ad orari di ambulatorio prestabiliti, un medico italiano a pagamento.
 
Sport e divertimenti:
Al Kiwengwa Beach Resort si può vivere una vacanza all’insegna del movimento.
È possibile infatti praticare canoa, vela, tennis, beach volley, beach soccer, acquagym e bocce. È presente un centro benessere per trattamenti estetici a pagamento. Previsto un
intrattenimento di soft animazione diurno e serale anche con spettacoli di artisti locali, in una zona lounge completamente rinnovata.
Una volta a settimana c’è il torneo di Beach Volley contro gli altri villaggi, il beach party in spiaggia e si può anche andare in discoteca al Waikiki col pullmino del resort.
 
 
Bao – Gioco di Società Zanzibarino
 
ORGANIZZAZIONE:
Tutto organizzato benissimo al contrario di parecchi commenti negativi che ho letto riguardo alla Phone&Go (il tour operator che gestisce il villaggio): all’arrivo in aeroporto c’è un banchetto appena fuori l’uscita in cui c’è Deborah che vi da una busta di benvenuto e Vi fa portare da ragazzi locali al pullmino che vi porterà in villaggio (sono circa 50 minuti).
In villaggio c’è tutto lo staff che accoglie i nuovi arrivati cantando la canzone locale “Jambo Bwana” e vi vengono offerti un succo e degli asciugamani bagnati per rinfrescarvi.
In seguito vengono assegnate le varie camere (la donne delle pulizie e i masai vi aiutano con le valige) e dopo si tiene una riunione in cui viene presentato tutto lo staff e durante la quale vengono fornite tutte le informazioni di ogni genere.
Anche il ritorno tutto organizzato bene: la sera prima della partenza vengono appesi in bacheca i vari orari di sveglia, l’orario in cui lasciare fuori le valigie dalla camera e quando lasciare la camera e la cassaforte (che è gratuita e in reception), colazione, volo ecc.
Il Villaggio:
Il villaggio è piccolo (capienza di circa 200 persone) ma molto bello.
E’ frequentato per lo più da italiani e anche tutto lo staff parla italiano.
Ha camere o bungalows, la piscina, un campo da tennis, la zona tv (per vedere le partite di calcio XD), una boutique che vende generi primari e souvenirs, la reception con la stanza delle cassaforti che sono gratuite, la fotografa e la “stanza del tour operator”,lo stand dove prendere i teli mare quotidianamente lavati, un centro benessere, il punto degli sport (kite surf, catamarano ecc.).
Anche il medico, la cuoca e la capo sala sono italiane e il cibo è veramente ottimo (a parte il latte che a me non è piaciuto.. ma io sono una bevitrice incallita di latte per cui potrei essere molto difficile).
Il Mare e la spiaggia:
La spiaggia è attrezzata con lettini e ombrelloni, è molto bella e grande e con sabbia bianca finissima. Offre dei colori mozzafiato.
E’ soggetta al fenomeno delle maree per cui la mattina o il pomeriggio il mare si ritira abbastanza e offre l’opportunità di fare grandi passeggiate.
Anche riguardo al mare e alle maree ho letto dei commenti negativi e alcuni, a mio parere, molto fuori luogo. Figuriamoci che c’era qualcuno che lo paragonava al mare di Rimini!!!!! Direi che non c’è assolutamente paragone.
Durante la giornata il mare è a volte limpido e a volte un po’ torbido, ma questo è dovuto al fatto che la sabbia è talmente fine che appena si muove un po’ si alza e fa fatica a ricadere sul fondale. Non è come alle maldive certo (in cui il fenomeno delle maree è quasi assente, parlo per esperienza personale), ma vi assicuro che è veramente bello.
Ho letto anche vari commenti di lamentela riguardo alla presenza delle alghe: allora, le alghe si ci sono, ma non dovete immaginarvi una cosa come la riviera adriatica, sono molto meno e soprattutto sono solo in mare (si vedono solo se entri) o in spiaggia, dove però vengono raccolte durante la mattinata.
Io personalmente prima di andare in un posto mi informo su quali sono le caratteristiche, per vedere se mi possano piacere o meno quindi.. Se non vi piacciono le maree o non le volete non andate a Zanzibar.
Altro parere: avendo visto anche altri 2 villaggi di Kiwengwa cioè il Bravo e il Vera.. mi sembra giusto informarvi che il Kiwengwa Beach resort è quello con la spiaggia più bella. Davanti al Vera la spiaggia è strettissima e con un “recinto” di paletti in legno non molto di buon gusto. Il Bravo invece molto simile al Kiwengwa Beach Resort.
Quindi se dovete scegliere scegliete o questo, dove sono stata io, o il Bravo.
zanzibar_kiwengwa_beach_6
zanzibar_kiwengwa_beach_1
zanzibar_kiwengwa_beach_4
zanzibar_kiwengwa_beach_5
zanzibar_kiwengwa_beach_2
zanzibar_kiwengwa_beach
zanzibar_kiwengwa_beach_3

Zanzibarini e Masai:

Un’altra cosa che occorre sapere prima di partire è che in spiaggia ci sono i Masai e gli Zanzibarini che vi fermano fin dal primo giorno per vendervi escursioni, souvenirs, gite in barca ecc.
So che a molte persone potrebbe dare fastidio, anche a me personalmente di solito, ma fa parte di tutta l’atmosfera di Zanzibar.
Nel senso, cerco di spiegarmi meglio.. andare a Zanzibar senza parlare con nessuno del posto e stando tutto il giorno sul lettino in spiaggia invece di intrattenersi almeno 5 minuti con loro è inutile. Non sono oppressivi o pesanti, vogliono solo, come dicono loro stessi “Noi vogliamo che voi tornare in italia contenti e con qualcosa da raccontare, voi amici”.
Poi vi portano a vedere le loro bancarelle o le scimmie o altri posti.
Sono simpaticissimi (qua mi sento in dovere di fare il nome e di ringraziare il masai Jacopo Bassamarea e Franco Nero) e si divertono un sacco con voi.
Alla fine tutti quelli del villaggio durante la nostra settimana li salutavano o parlavano con loro, è inevitabile.
zanzibar_kids_8
zanzibar_kids_5
zanzibar_kids_6
zanzibar_kids_7
zanzibar_masai_2
zanzibar_masai_1
zanzibar_masai
zanzibar_babbi
zanzibar_kids_4
zanzibar_kids_3
zanzibar_kids_2
zanzibar_kids_1
zanzibar_kids
ESURSIONI:
Qua mi spiace ma devo denigrare il villaggio e consigliarvi ASSOLUTAMENTE di fare le escursioni con i beach boys in spiaggia.
Noi le abbiamo fatte con il beach boy di nome SINDACO e ci siamo trovati veramente bene. Si paga molto di meno (fate conto che contrattando (contrattate sempre!) abbiamo speso meno noi in dollari che quelli che andavano col villaggio e pagavano in euro. Per farvi un esempio per la gita a Stone Town noi con Sindaco abbiamo speso 20$ a testa invece dei 25€ col villaggio!).
Oltre al fattore economico c’è anche da dire che loro le organizzano meglio.
Esempi: durante la gita a NAKUPENDA (che consiglio vivamente) noi abbiamo mangiato a pranzo tantissime varietà di pesce e crostacei (aragoste e cicale di mare), patatine fritte, un riso al cocco preparato dalla moglie di uno di loro, tantissima frutta e da bere acqua coca fanta sprite ecc.. mentre quelli che sono andati col villaggio (lo stesso giorno.. eravamo li insieme in pratica ma sotto una tenda diversa) avevano solo 3 tipi di pesce e acqua e vino. Niente di tutto il resto che avevamo noi. Poi c’è da aggiungere anche il fatto che siamo partiti prima apposta per essere i premi ad arrivare sull’isolotto e avere del tempo prima che si affollasse.
Quindi ripeto: LE ESCURSIONI FATELE COI BEACH BOYS E SOPRATTUTTO CON SINDACO!!!!
Vi posso dare alcune dritte:
NAKUPENDA (giornata intera): fatela assolutamente. Include la visita di Prison Island, del parco delle Tartarughe giganti e dell’isola di sabbia dove il mare è veramente uno spettacolo. Incluso pranzo a base di pesce (pollo in alternativa a quelli come me che non mangiano pesce XD)
zanzibar_prisonisland_1
zanzibar_prisonisland_seastar
zanzibar_prisonisland
zanzibar_prisonisland_turtles
zanzibar_prisonisland_turtle
zanzibar_prisonisland_turtle_sunglasses
zanzibar_prisonisland_5
zanzibar_prisonisland_hotel
zanzibar_nakupenda_4
zanzibar_nakupenda_lunch_cooks
zanzibar_nakupenda_lunch_1
zanzibar_nakupenda_lunch_frieszanzibar_nakupenda_lunch_fruitzanzibar_nakupenda_lunch
zanzibar_nakupenda_1
zanzibar_nakupenda_3
zanzibar_nakupenda_2
zanzibar_nakupenda

SAFARI BLU (giornata intera): noi personalmente non l’abbiamo fatta perchè facendo solo una settimana di soggiorno non volevamo perdere troppo tempo in escursioni. E il secondo motivo è perchè ci hanno suggerito che se dovevamo scegliere tra questa o nakupenda allora era meglio scegliere Nakupenda che molti dicono sia più bella. Escursione dedicata al mare e alla scoperta di paesaggi che caratterizzano la natura zanzibarina. A bordo del dhow, tipica imbarcazione locale, si potrà esplorare la splendida Baia di Menai, luogo di passaggio di numerosi delfini. Sosta su una splendida lingua di sabbia con possibilità di praticare snorkeling. Pranzo nell’isola di Kwale e visita del meraviglioso baobab secolare.

STONE TOWN (capitale e patrimonio mondiale dell’UNESCO) – Durata a piacere ma di solito mezza giornata: Visita della capitale (città di pietra), uno dei luoghi più affascinanti della costa occidentale dell’isola; un labirinto di viuzze tortuose su cui si affacciano case di corallo imbiancate a calce. Oltre al famoso mercato, si potranno ammirare i maestosi palazzi ricchi di storia e di cultura, come il Palazzo delle Meraviglie, il Forte Arabo, la Chiesa Anglicana e i magnifici portali intarsiati. Non mancherà inoltre la possibilità di fare shopping tra i vicoletti della “cittadella di pietra”. Inevitabile passare davanti alla casa natale di Freddy Mercury. L’escursione non può considerarsi completata se non ci si concede il piacere di recarsi nel famoso African House, il primo Club inglese dell’Africa orientale aperto nel 1888, per sorseggiare un drink nella sua famosa terrazza sul mare ammirando il tramonto.
zanzibar_stonetown_5zanzibar_stonetown_4zanzibar_stonetown_3
zanzibar_stonetown_2
zanzibar_stonetown_7
zanzibar_stonetown_18
zanzibar_stonetown_17
zanzibar_stonetown_1zanzibar_stonetown_6
zanzibar_stonetown_16

zanzibar_stonetown_15

zanzibar_stonetown_14zanzibar_stonetown_13

zanzibar_stonetown_12

zanzibar_stonetown_11

zanzibar_stonetown_10

zanzibar_stonetown_freddymercuryhouse_1

zanzibar_stonetown_freddymercuryhouse

zanzibar_stonetown_9

zanzibar_stonetown_8

zanzibar_stonetown_sunsetbar

zanzibar_stonetown_sunsetbar_1

zanzibar_stonetown_sunset_1

zanzibar_stonetown_sunset

TOUR DELLE SPEZIE + ARTIGIANI – Durata mezza giornata o giornata intera se abbinata a Jozani Forest: Un tuffo nell’entroterra dove si potrà scoprire la tradizione e la cultura dell’isola e toccare con mano la vera realtà zanzibarina. Avrete modo di osservare i famosi intarsiatori di legno e di acquistare i loro lavori. La visita guidata nella coltivazione delle spezie, riuscirà a soddisfare mille curiosità sui molteplici tipi ed utilizzi di erbe e spezie, dalla cannella al cardamomo, dallo zenzero alla pianta del rossetto e potrete acquistarle nel mercatino locale.

JOZANI FOREST – Durata: mezza giornata o giornata intera se abbinata al tour delle spezie: Visita dell’unica foresta vergine dell’isola dove, in uno scenario di natura incontaminata vasto più di 2400 ettari, risiedono ancora numerosi branchi di Colobo Rosso (scimmiette rosse) e di Cercopiteco dal diadema. Si camminerà tra i maestosi alberi della foresta per apprezzare la bellezza di mogani, platani, felci e molte altre specie. L’escursione termina di solito con una visita a piedi attraverso una laguna di mangrovie.
Poi c’erano altre escursioni che non ricordo bene, tipo quella sui quad nella giungla ecc. Inoltre c’è la possibilità di andare, la mattina all’alba a pesca o in qualsiasi momento della giornata a fare snorkeling oltre la barriera davanti al resort con le barchette tradizionali zanzibarine.
Noi abbiamo fatto le due essenziali, Nakupenda e Stone Town, e valgono veramente la pena.
VISITA ALLA SCUOLA:
Non è un’escursione e non si paga. Il nostro gruppo animazione organizzava ogni venerdì mattina una visita alla vicina scuola di Kiwengwa, da raggiungere insieme a piedi, dove poter vedere le classi, parlare coi maestri e lasciare le cose che non vi servono più. Dopo la scuola si passava dal villaggio e si tornava al resort.

zanzibar_kiwengwa_school_sign

zanzibar_kiwengwa_school_buildingzanzibar_kiwengwa_schoolkids_3

zanzibar_kiwengwa_school_1

zanzibar_kiwengwa_schoolkids_2

zanzibar_kiwengwa_schoolkids_1

zanzibar_kiwengwa_schoolkids

zanzibar_kiwengwa_school

zanzibar_kiwengwa_schoolkids_5

zanzibar_kiwengwa_schoolkids_4

zanzibar_kiwengwa_village_hospital

zanzibar_kiwengwa_village_3

zanzibar_kiwengwa_village_2

zanzibar_kiwengwa_village_1

zanzibar_kiwengwa_village

PULIZIA:

Anche riguardo alla pulizia avevo letto commenti poco carini e vi dico che noi ci siamo trovati bene anche in questo. La camera pulitissima, veniva rifatta ogni giorno e anche il resto del villaggio tutto molto curato nei minimi dettagli.

Ogni mattina rastrellavano i giardini e pulivano la piscina, scopavano via la sabbia da tutti i locali ecc…Sono molto scrupolosi ed efficienti. A noi ad esempio il primo giorno non funzionava una luce in camera e ce l’hanno aggiustata subito nel pomeriggio.
SICUREZZA:
Il villaggio è tutto circondato e sorvegliato dai Masai giorno e notte, anche in spiaggia. Seguono anche le donne delle pulizie o quelli della manutenzione nelle varie camere per controllare che non tocchino oggetti dei turisti (ci raccontavano che è nella loro cultura il dovere di “non toccare neanche un piccolissimo oggetto di altri”).
ALTRO:
– Prese di corrente: ci sono le prese di corrente italiane per cui non serve alcun adattatore.
– Soldi: come vi ho già suggerito prima.. PORTATE CONTANTI!
Le carte le accettano SOLO in città e c’è comunque una commissione del 5%.
Accettano sia euro che dollari che scellini zanzibarini.
Noi ci siamo trovati meglio con i dollari perché siamo riusciti a contrattare meglio e a risparmiarci qualcosa ma nulla di che.
– Mance: vi chiederanno parecchie mance. Vedete voi che disponibilità avete e cosa volete lasciare. Noi l’abbiamo lasciata ai Masai che ci hanno portato le valige il primo giorno, alla donna delle pulizie, ad una guida che è stata particolarmente brava e ad uno al ritorno in aeroporto. Non sentitevi obbligati in ogni caso.
-Vestiti/materiale scolastico ecc.. : badate bene che è una popolazione veramente arretrata e povera. In realtà un po’ anche per scelta perchè ci hanno raccontato che preferiscono lavorare per guadagnare il giusto per sopravvivere e non cercano di arricchirsi oltre; le fabbriche che sono state aperte a Stone Town sono state presto abbandonate perchè non c’era nessuno che andava a lavorarci. Insomma è un popolo un po’ strambo. Però.. c’è un però.. se avete a casa vestiti usati o che volete buttare via o che avevate intenzione di buttare nei bidoni della caritas, non fatelo, trovategli uno spazio in valigia e portateli con voi. verranno sicuramente apprezzati molto di più e almeno siete sicuri di dove vanno a finire. Potete lasciare il tutto in villaggio o quando andate a visitare la scuola. Quindi anche materiale scolastico (libri, penne, pastelli, quaderni..) o ad esempio, io prima di partire ho lasciato alla donna delle pulizie anche il bagnoschiuma avanzato, lo shampoo e l’antizanzare. Insomma tutto ciò che non vi serve più portatelo. Io ho lasciato tutto a scuola e le maestre hanno poi diviso il tutto in base a taglie, sesso ecc e consegnato ai vari bimbi. Ho cercato, i primi giorni, di consegnare le magliette direttamente ai bambini che passano in spiaggia per andare e tornare da scuola ma è stato un po’ un dramma in quanto si creano enormi litigi e ognuno prende quello che si trova tra le mani senza nemmeno sapere se gli potrebbe andare bene indosso.
DOCUMENTI NECESSARI:
– Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza
– Visto: viene rilasciato direttamente in aeroporto al Vostro arrivo. Non sono necessarie fototessere ne nulla in quanto vi scattano loro una foto con la webcam che viene stampata e incollata direttamente sul passaporto.
NB:
Si accettano solo Euro, Dollari (a testa grande e con emissione dal 2006 in poi) e scellini. Carte di Credito accettate: Visa e Mastercard.
In aeroporto in entrata dovete pagare 50$ per il visto e in uscita 48$ assolutamente in contanti e stessa cosa vale anche per la tassa di soggiorno del villaggio di 9$ a notte. Quindi portatevi e tenetevi da parte dei contanti per queste tre spese e non fate come i furboni che non avevano più nulla (nonostante gli fosse stato detto il primo giorno),non sono riusciti a prelevare in aeroporto e hanno dovuto farsi prestare i soldi da altri.Noi ad esempio abbiamo messo i dollari necessari per queste cose nella cassaforte di modo da essere sicuri di averli a disposizione il giorno della partenza.
VACCINAZIONI:
La Profilassi Antimalarica NON è nè obbligatoria nè neccessaria in quanto Zanzibar, essendo un’isola, non è attaccata al continente. Se proprio volete farla per sentirvi più sicuri vi consiglio di farla abbastanza prima della partenza perchè gli effetti collaterali (nausea, vomito, diarrea, dolore addominale..) si manifestano lentamente e non è carino essere in vacanza con questi malori.
Beh credo di non essermi lasciata sfuggire niente.
Se avete dubbi se andare o no… ANDATE! Vi rimarrà nel cuore. <3
zanzibar_kiwengwa_group
Un grazie in particolare a Fabry (aka Bellicapelli), Mattia, Fabrizio, Roberta, gli animatori Alex il Leone, Babbi e Omar e ai masai Franco Nero e Jacopo Bassamarea per averci regalato una bellissima permanenza!
 
 

4 thoughts on “ZANZIBAR 2013

  1. Che bel viaggio. Onestamente io ero tra quelle che quando leggeva “zanzibar” sui cataloghi un po’ lo snobbava. In realtà vedo che merita. Foto poi stupende e le tartaruga con gli occhiali da sole è il top 🙂

    1. si poi come al solito ci sono persone che dicono che c’è pieno zeppo di alghe e fa schifo O_O senza senso proprio, le alghe ogni tanto ci sono ma vengono rastrellate via e sotterrate per cui boh. La foto della tartaruga con i miei occhiali da sole è stata una hit per tutta la settimana! AHAHAHAHAH 😉

    1. Tes Terra plana ont l'ai bien sympas !! Et chacun à ses moivnatiots concernant ses choix !!Euh, quand tu dis recyclé, elle supporte quand même la pluie ?? 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*