#48oreaCopenaghen: itinerario di 2 giorni nella capitale danese

#48oreaCopenaghen

E dopo la prima positivissima esperienza delle #8oreaLondra per il mio progetto #FugaInEuropa, non potevo di certo farmi scappare altre super offerte, e così sono partita di nuovo, in settimana, per due bellissimi giorni al nord dell’europa, a Copenaghen in Danimarca.

Ecco quindi le mie #48oreaCopenaghen 🙂

Il Volo da Bergamo a Copenaghen:

Anche per questo viaggio ho approfittato delle offerte Ryanair che in questo periodo sono veramente ottime, se non incredibili. Questo, devo ammetterlo, non è stato così economico come Londra ma diciamo che 35€ a persona per un viaggio andata e ritorno è più che dignitoso!

Sta volta, invece di fare gli abusivi, per non rischiare una multa, abbiamo lasciato la macchina al parcheggio Well Parking, proprio di fianco all’Orio Center con servizio navetta che in 2 minuti neanche ti porta al terminal. Costo 12€ per due giorni.

Copenhagen Card:

Premetto che di solito sono un po’ scettica per quanto riguarda l’acquistare queste card delle città ma, almeno per questa volta, mi sono dovuta ricredere.

La sera prima di partire infatti abbiamo fatto un paio di conti e tra mezzi ed ingressi vari abbiamo constatato che effettivamente questa carta ci avrebbe permesso di risparmiare un bel po’ e quindi abbiamo acquistato una carta da 48 ore sul sito Copenhagen Card, per un costo di 67€ a persona. Con il voucher arrivatoci per email subito dopo l’acquisto, ci siamo recati all’info point all’aeroporto di Copenhagen appena arrivati ed abbiamo ritirato le nostre card. Facile, veolce, già attive e pronte per essere usate sulla metro che ci ha permesso di raggiungere il centro città.

Potete trovare 4 tipologie diverse a seconda di quanti giorni pensate di soffermarvi in città: 24 ore, 48, 72 o 120.

La carta include tutti i mezzi di trasporto pubblici, treni, bus e metro, incluso l’aeroporto, ingressi a tantissime attrazioni tra le quali anche i giardini Tivoli (che già di per sè costano 14€ solo d’ingresso) , il castello Rosenborg (ingresso 12€) e moltissime altre oltre ad avere diritto di sconto in ristoranti ed altre attrazioni.

Come Raggiungere il Centro di Copenaghen dall’Aeroporto:

Il centro di Copenaghen è abbastanza vicino all’aeroporto di Copenhagen Kastrup e quindi velocemente ma anche facilmente raggiungibile.

La città e l’aeroporto sono infatti collegati oltre che dalla linea ferroviaria, anche da quella metropolitana che in circa 10 fermate vi porta in entrambe le direzioni. Contante un 15/20 minuti di percorrenza e fate un respiro di sollievo: niente traffico, ovviamente! Potrete quindi andare sul sicuro e godervi la città fino all’ultimo!

Trasporto Pubblico a Copenaghen:

Visitare la città di Copenaghen è facile sia per le sue dimensioni, non troppo grandi, sia per l’ottimo servizio dei trasporti pubblici.

Ci si può muovere con le due linee della metropolitana, la gialla M2 e la verde M1, con le numerose linee ferroviare (tog = treno) o con i frequenti e comodi bus. Noi abbiamo provato sia metro che bus e ci siamo trovati benissimo. Potete trovare una mappa dei trasporti pubblici qui –> Public Transport Map

Se volete provare qualcosa di molto “local” vi consiglio di noleggiare una bici. Vedrete infatti che qui, con qualsiasi condizione metereologica i cittadini si muovono in bici e ne vedrete veramente tantissime “parcheggiate” in giro per la città.

Dove Soggiornare a Copenaghen:

Le due zone a mio parere più comode sono Stroget e il quartiere reale. La prima però essendo proprio nel centro storico potrebbe risultare troppo costosa e di conseguenza è meglio optare per la seconda. Il quartiere reale è una zona tranquilla in mezzo tra il centro storico e la zona settentrionale della città dove si trova la sirenetta e kastellet. Qui sarete non solo vicini alla zona di Nyhavn con i suoi bar e ristoranti ma anche alla stazione della metro di Kongens Nytorv.

Noi abbiamo optato per una stanza privata qui nel quartiere reale, prenotata su Airbnb al prezzo di 55€. Il nostro host Mikkel è stato gentilissimo e la stanza molto confortevole e soprattutto pulita. L’intero appartamento era arredato con buon gusto e il terrazzino offriva una splendida vista sulla Marmorkirken. Se vi può interessare potete trovare il suo annuncio qui –> Airbnb Central Copenhagen by Mikkel

copenhagen airbnb great room

Se volete spendere meno dovrete uscire un po’ e puntare su zone come Christianshavn.

#48oreaCopenaghen ITINERARIO:

Come sempre prima della partenza, munita di mappa, guide e word mi creo un itinerario lineare che tocca tutte le cose che vorrei vedere in città. Ora vi propongo quello che ho creato e seguito per i miei 2 giorni a Copenaghen..

– Giorno 1:

Arrivati in aeroporto ritirate la vostra Copenhagen Card, se ne avete acquistata una, e prendete la metro per il centro. Scendete a Kongens Nytorv. Noi qui abbiamo fatto una breve sosta per andare verso l’appartamento di Mikkel, il nostro host, per salutarlo, farci dare qualche info, le chiavi e lasciare giù le cose che non ci servivano.

La prima cosa da vedere è la Marmorkirken, con la sua mega cupola e l’Amelienborg Slot con il cambio della guardia. Da qui risalite amaliegade ed arrivate al parco che circonda il Kastellet. Ammirate per prima cosa la bellissima chiesetta anglicana di Skt Alban e proseguite poi sulla destra alla volta di un grande simbolo della città, la Sirenetta, che se ne sta malinconica e ricurva sul suo scoglio, fotografata da tutti, anche da pazzi cinesi che si tolgono le scarpe per entrare nel quarto di metro di acqua gelida che separa il suo scoglio dalla costa! Salutata la “Arielle” danese entrate dal ponte nord dentro alla fortezza Kastellet, con i suoi edifici rosso fuoco e salite sui suoi verdi bastioni da dove potete ammirare la città all’orizzonte e il grosso mulino in legno.

marmorkirken

amelienborg

sirenetta copenaghen

kastellet

Uscite dal ponte sud e da qui ci dirigetevi verso Osterport per poi discendere verso sud attraverso i giardini del Statens Museum for Kunst, che è gratuito ma che noi, per scarso interesse, non visitiamo. Proseguite verso i Giardini Botanici con il bellissimo complesso della casa delle palme per poi andare alla conquista di un castello molto importante, il Rosenborg Slot che contiene i cimeli reali.

rosenborg slot

Dopo una breve e riscaldante pausa pranzo nella zona di Norrenport dirigetevi verso il quartiere latino di Stroget. Qui potrete perdervi tra le vie e passaggiare tra i negozi. Non perdetevi la visita alla Rundertaarn, la torre rotonda, dalla cui cima si ha una splendida vista sulla città.

rundertaarn

Prima del calare del sole fate in modo di essere in piazza del Municipio, che potete visitare, ammirando i meccanismi dell’orologio mondiale e la sua storia nella stanza che trovate subito dopo l’ingresso a destra. Quando la luce inizia diminuire entrate nei meravigliosi giardini di Tivoli per immergervi in un’atmosfera fiabesca, soprattutto se come noi, vi ci trovate nel periodo natalizio con luci e mercatini! Una favola!!

city hall copenhagen

orologio mondiale

tivoli

Terminate la giornata cenando in un luogo a vostro piacimento. Noi abbiamo optato per un hot-dog al volo passeggiando tra i mercatini natilizi di Nytorv, ma un’ottima alternativa anche estiva potrebbe essere di cenare in uno dei tanti ristorantini di Nyhavn.

christmas markets copenhagen

 

– Giorno 2:

Per prima cosa, se alloggiate in zona, fate colazione a Nyhavn ed ammirate le case colorate anche con la luce del sole per qualche scatto ricordo. Passate dalla piazza di Kongens Nytorv ed ammirate i grandiosi palazzi che la circondano. Proseguite poi verso Borsen e Christiansborg Slot, salite in cima alla torre gratuitamente e scegliete cosa visitare tra le scuderie, il parlamento (solo con visite guidate) o il museo del teatro. Attraversate il cortile e girate a sinistra verso il Kongernes Lapidarium, una raccolta di tutte le sculture che un tempo arricchivano castelli e giardini danesi, e verso la biblioteca reale, Kongelige Bibliotek, la più grossa del nord europa.

nyhavn

Christiansborg Slot

kongelige biliotek

Da qui seguite il canale sulla destra ed attraversatelo: vi troverete nel quartiere di Christianshavn, frizzante ed alternativo. Non perdetevi la Vor Frelsers Kirke con la sua salita al campanile a spirale che sembra infinita e la zona autogestita di Christiania. Qui troverete una grandiosa street art e Puscher Street, il cui nome spiega già tutto. La droga viene spesso associata a criminali e pericoli ma state tranquilli che qui a Christiania non vi succederà nulla e anzi, potrete vedere casette colorate e beer gardens. Unica cosa: rispettate i cartelli che indicano il divieto di fotografare.

Vor Frelsers Kirke

christiania copenhagen

Ritornate verso il ponte, poco prima troverete la fermata della metro, dove potrete fermarvi a mangiare qualcosa nella panetteria di Lagkagehuset, che si direbbe essere la migliore. Noi l’abbiamo provata e non ci è per nulla dispiaciuta!

Prendete la metro e scendete alla fermata Fredriksberg. Da qui prendete il bus 8A e andate a visitare lo Stabilimento della Carslberg. Il biglietto include due bevande a persona, ovviamente birra inclusa! Dopo la visita sedetevi quindi dentro il Jacobsen Brewhouse & Bar a sorseggiare una birra dissetante prima di riprendere il bus fino alla metro. Qui se ne avete voglia potrete fare un giro dentro il centro commerciale Fredriksberg Center oppure tornare in centro città.

visit carlsberg

 

guenda's travels avatar viola

4 thoughts on “#48oreaCopenaghen: itinerario di 2 giorni nella capitale danese

    1. Grazie!
      Eh l’hashtag #8orea starebbe proprio ad indicare la giornata, quindi un giorno! Non ho messo 24orea perché tra voli ecc non sono 24 ore effettive ma perché di solito una giornata effettiva è di circa 8 ore.. Questa la spiegazione!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*