Bangkok e Golfo di Samui: intinerario di 15 giorni in Thailandia

itinerario 15 giorni thailandia

In questo articolo voglio proporvi un itinerario di 15 giorni per Bangkok e Golfo di Samui.

La Thailandia, come tutti quelli che ci sono già stati almeno una volta sanno, è una terra magica, calda, accogliente, le persone sono gentili e disponibili e i paesaggi incredibili. Odori, profumi e sapori, alcuni dei quali di primo acchito possono storidre un po’ il viaggiatore non abituato, si imprimono nel profondo e rimangono un dolce ricordo. Unico. Particolare. Fiori, natura, palme, noci di cocco, baie paradisiache la rendono un’oasi di relax dalla quale non si vorrebbe mai fare ritorno. Palazzi, templi antichi, rovine, buddah, tuk-tuk sono particolari così comuni  qui ma al tempo stesso così speciali. Per non parlare del cibo, pad thai, riso, pollo fritto, pesce, latte di cocco deliziano il palato di tutti.  Insomma… la Thailandia è un luogo avvolgente che ti cattura il cuore e non te lo lascia più. Una volta stati nella meravigliosa terra del sorriso si ha un bisogno implicito di ritornarci e scoprirne ogni suo angolo più remoto.

Non a caso sui social viene spesso usato l’hashtag #AmazingThailand e vi posso assicurare che lo è davvero.

thai #dovetorneresti

Per questo motivo ho deciso di proporvi un itinerario di 15 giorni alla scoperta di Bangkok (e dintroni) e delle isole del Golfo di Samui. E’ un’itinerario riadattato dal mio di Agosto 2014 che però si è svolto in 13 giorni. con 15 giorni avrete più calma e modo di rilassarvi. E ‘ricco e vario, saprà soddisfare le esigenze di chiunque ed è adatto anche ai lavoratori che si possono permettere solo delle ferie ad Agosto. La zona del Golfo di Samui infatti è meta ideale, al contrario della zona Pukeht e Phi Phi, anche nel periodo dei monsoni e il clima da questa parte è perfetto.

Bando alla ciance, partiamo con l’intinerario:

GIORNI 1 -4 : BANGKOK

Se non siete mai stati in Thailandia non potete che cominciare dalla caotica, viva, frizzante e colorata capitale. O l’amate o l’odiate. Non ci sono vie di mezzo. Quasi tutti però la amano per cui datele una chance e non ve ne pentirete.

Vi posso dare un’idea su come suddividere queste 4 giornate, di come le abbiamo suddivise noi:

– Wat Pho (Buddah Sdraiato), What Pra Kaew e Palazzo Reale, Wat Arun, Wat Benchamabophit (Tempio di Marmo)

– Ayutthaya, l’antica capitale dove potrete ammirare la famosa testa nel tronco d’albero.

– Maeklong Train Market (il famoso mercato attraversato dai binari del treno), Damnoen Saduak Floating Market (mercato galleggiante), Chatuchak Weekend Market (l’enorme mercato di Bangkok)

– China Town, Wat Traimitr, Lumpoini Park, quartiere di Silom

Altro: MBK Shopping Mall, Siam Paragon (Hard Rock Cafè).

what pra kaew

Tips: alla sera potrete pensare di visitare China Town che si anima solo nel tardo pomeriggio, la caotica Khao San Road e bere un cocktail in un lussuoso Sky Bar.

GIORNI 5-7: KOH TAO

La più piccola ma forse la più affascinante, Koh Tao è paradiso dei sub.

koh tao

Tips: – perfetta per alloggiare è la zona di Sairee Beach

– dedicate una giornata, o metà, alla visita della vicina isola Koh Nang Yuan, famosa per la sua lingua di sabbia bianca che unisce due le due isolette. 

koh nang yuan

– se siete amanti delle immersioni non fatevi scappare l’occasione di scoprire i fondali e Sail Rock. Squali balena, barracuda, tartarughe e moltissimi altri pesci super colorati vi circonderanno.

sail rock dives

GIORNI 8-11: KOH PANGHAN

La più selvaggia delle 3 isole di questo itinerario e famosa per i suoi Full Moon Party, Koh Panghan saprà stupirvi.

koh panghan

Tips: dedicate una giornata all’escursione all’Ang Thong National Marine Park, non potete farvi scappare questa meraviglia.

ang tong

GIORNI 12-14: KOH SAMUI

Koh Samui è l’isola più turistica con vie affollate, bar e negozi. Le due spiagge più famose sono Chaweng e Lamai che però a mio parere non hanno nulla a che vedere con quelle delle vicine Tao e Panghan.

koh samui

Tips: se siete dei tipi avventurosi o amanti di attività “avventurose” non potete perdervi una gita ad un Safari. Noi abbiamo preso un pacchetto di 4 attività al Namuang Safari Park: trekking sull’elefante**, escursione in quad, zipline, cascate.

GIORNO 15: BANGKOK e rientro

Noi abbiamo optato per un volo interno molto economico con Bangkok Airways.


 ** Questione TREKKING SULL´ELEFANTE – aggiornamento 06.01.16:

Discutendo positivamente con alcuni blogger e un po´meno positivamente con altri, che mi hanno accusata di ogni cosa, dall´essere superficiale ad essere insensibile e visto che mi sono state messe in bocca parole e pensieri che non ho mai detto ne´pensato, del tipo che visto che non sono ne´vegetariana ne´vegana ma una normalissima onnivora, come tanti su questo mondo, allora vuol dire che voglio che venga fatto del male agli animali, quando in realta´sono la prima che quando trova animali feriti per strada li porta dal veterinario (ci siamo portati persino un riccio in settimana bianca a febbario per poterlo curare e pesare giornalmente dopo essere stati da una specialista) o li accoglie quando possibile (di 3 gatti che abbiamo avuto fino ad ora tutti e 3 sono stati salvati dalla strada), viste tutte queste cose ci tengo ad aggiungere un appunto, che io davo per scontato ma che mi e´stato fatto notare che non sempre lo e´,  a questo articolo tanto criticato.

Cari lettori, le mie, come sempre sono solo idee, e vi propongo le attivita´che si possono fare in un determinato luogo, poi sta a voi decidere cosa volete fare o cosa no in base a tutte le vostre credenze, usanze, tempistiche e tutto quello che volete. Visto che sono stata dipinta come una feroce e cattivissima persona che odia il mondo animale intero per aver detto che “si puo´fare il trekking con l´elefante”  senza precisare pero´ che quasi sempre questi animali subiscono maltrattamenti o torture, allora ecco che vi metto a tutti nero su bianco, come stanno le cose cosi´poi fate voi le vostre scelte di conseguenza:

Come mi e´stato fatto notare, fare trekking sull´elefante per molti e´una cosa normale e per molti altri non lo e´. Prima di decidere se lo volete fare o meno tenete presente che questi elefanti non avrebbero una schiena adatta per sopportare del peso, neanche quello umano, e che, da quello che tanti confermano e riconfermano, verrebbero pure maltrattati sin da piccoli, per essere sottomessi all´autorita´dell´uomo. Se vi puo´interessare qualcosa di piu´”naturale” allora sappiate che esistono anche dei parchi, delle riserve, apposta dove questi elefanti vivono senza maltrattamenti, sarebbe un´ottima alternativa!


Potete trovare ulteriori su trasporti, valuta, hotel, costi e molto altro in questo articolo-, ->TOUR THAILANDIA: Informazioni Generali

e potete anche leggere i miei diari di viaggio:

– PART 1: BANGKOK

– PART 2: BANGKOK

– PART 3: KOH TAO + NANG YUAN

– PART 4: KOH PHANGHAN

– PART 5: KOH SAMUI

Resto come sempre disponibile per ulteriori informazioni. Non esitate a contattarmi e cercherò di aiutarvi! 🙂

guendastravels avatar

11 thoughts on “Bangkok e Golfo di Samui: intinerario di 15 giorni in Thailandia

  1. La Thailandia rapisce il cuore di tutti 🙂
    Delle isole io ho fatto solo Koh Tao perché ci siamo spinti prima al Nord, e non vedo l’ora di vedere anche l’altra costa.
    Solo un appunto: non consigliare i trekking sul dorso di un elefante perché sono letteralmente torturati ed inoltre la loro schiena non é fatta per portare il nostro peso. 🙁 Ho avuto la possibilità di visitare un centro di recupero dove ho sentito e visto cosa é capace di fare l’uomo… Ne ho parlato qui se ti va di leggerlo! http://tripvillage.it/elephant-nature-park/

    1. Già una terra veramente meravigliosa!
      Per quanto riguarda gli elefanti io non mi sento di dar giudizi sul mio blog. Io riferisco e dico quello che si può fare, le varie opzioni e poi ognuno sceglie cosa fare e cosa non fare.
      Comunque la cosa delle oasi la conoscevo e sarei curiosa di provare questa esperienza! Leggerò volentieri il tuo articolo stasera dopo il lavoro! Grazie!

  2. Ciao!
    grazie per i consigli!
    Come ti sei spostata tra le varie isole? Riesci a dirmi indicamente anche quanto hai speso per gli spostamenti?
    Grazie ancora
    Ciao
    Catia

  3. Ciao!
    ho trovato le risposte alle mie domande sull’altro post che hai pubblicato, grazie! molto utile e dettagliato!
    Una precisazione, secondo te conviene prenotare prima dal sito lomprayah i vari spostamenti o tanto vale deciderli in loco? ci sono problemi di aumento prezzi/scarsa disponibilità?

    1. Grazie!
      Io avevo prenotato da casa solo il primo spostamento da bangkok a koh tao con bus e catamarano. I prezzi sono gli stessi come quelli sul sito per cui puoi benissimo prenotarli di volta in volta.. Il giorno della partenza vai li in biglietteria e compri i biglietti!

  4. Ciao Guenda! Noi andremo in Thailandia il prossimo agosto, ho i voli prenotati e, al netto del viaggio, mi restano a disposizione 16 giorni pieni. Non è tanto quanto avrei voluto, ma nemmeno poco.
    Il tuo itinerario, vuoi per i monsoni, vuoi perché Bangkok e zona limitrofa a me interessano, potrebbe essere adatto anche per noi. Voglio solo riuscire ad inserire qualche giorno a nord, magari tagliando un pò sull’estensione mare.
    A questo proposito, volevo chiederti a quali agenzie ti sei rivolta per prenotare il passaggio autobus + catamarano.
    E cosa mi consiglieresti di prenotare da casa, tra spostamenti ed escursioni.
    A me in genere piace avere già tutto organizzato e sotto controllo, ma accetto volentieri consigli!
    Grazie in anticipo,
    Claudia B.

  5. Ciao Claudia,
    benvenuta sul mio blog di viaggi! 🙂
    Allora..io per questo viaggio avevo già prenotato tutto autonomamente da casa. Nessuna agenzia è stata necessaria.
    Gli hotel li ho prenotati tutti su booking e lo spostamento bus+catamarano l’ho prenotato direttamente dal sito della compagnia Lomprayah che effettua questo servizio. Il sito è questo: http://www.lomprayah.com . Noi ovviamente, per ottimizzare i tempi abbiamo viaggiato di notte!

    Se vuoi puoi trovare ulteriori info su costi, hotel ecc sul mio articolo generale del mio viaggio in Thailandia qui: http://www.guendastravels.com/thailandia-informazioni-generali-cose-da-sapere-per-organizzare-un-viaggio/ .

    Per quanto riguarda il tagliare l’estensione mare, io taglierei Koh Samui che è stata la più brutta delle 3 isole…

    Se hai altri dubbi sono qui 🙂

    1. Guenda grazie! Questa informazione su Koh Samui è stata una dritta non da poco, perché onestamente la stavo valutando con una certa convinzione. Bravissima ad avermi detto questa cosa!
      Tra l’altro, pur essendo partita convinta di voler fare anche Koh Tao, devo dire che sto prendendo in considerazione altre isolette, come ad esempio Koh Samet o Koh Chang. Sono un pò più vicine a Bangkok e potrebbero fare per me. Lascerei quindi indietro Koh Tao. Ma è solo un pensiero, ora devo valutare bene.
      Ieri sera dopo aver lasciato il commento ho letto il post che mi hai segnalato: per cui scusa, alla fine ho trovato il sito di Lomprayah! Non male come soluzione. Ottima l’idea dello spostamento notturno, così recupererei tempo. Posso chiederti se ti sei trovata bene come servizio, serietà, tempistiche?
      Per gli hotel avevo anche io pensato a Booking, o al massimo Airbnb..ma i prezzi sono così competitivi, che sembra inutile scegliere un appartamento. Ti chiedo però un’informazione. Dato che Booking propone soprattutto pagamenti durante il soggiorno, pur segnalandomi ora le cifre in euro, come ti sei trovata con il cambio al momento del pagamento? Tutto corretto o hai riscontrato dei problemi e dei rincari?
      Ultima cosa: per le escursioni mi consigli di prenotare direttamente in Thailandia, una volta scelto cosa voglio vedere?
      Oddio, anche oggi ti ho fatto settemila domande! Scusa cara…è che cerco di farmi un quadro completo per iniziare a fare le dovute scelte e prenotazioni 😉
      Claudia B.

  6. Ciao Claudia,
    scusami il ritardo nella risposta ma era finito, non so per quale motivo, in spam.
    Per le isole da scegliere non ti saprei dire perchè io Koh Samet e Koh Chan non le ho viste. Koh Tao invece è bellissima, piccolina ma molto carina!
    Per quanto riguarda booking non mi sono mai posta il problema sinceramente, puoi impostare anche il prezzo in valuta locale se la cosa ti rincuora!
    Per la tua domanda sulle escursioni.. a che escursioni ti riferisci? Noi non abbiamo fatto nulla con un’ageniza ma tutto per conto nostro…
    fammi sapere!

  7. Guenda non preoccuparti, anzi grazie per l’aiuto!
    A proposito delle escursioni era esattamente quello che volevo sapere. Dato che in molti per alcune piccole escursioni, si rivolgono ad agenzie thailandesi, mi chiedevo se ne conoscessi qualcuna seria. Ma per quanto possibile cercherò anche io di fare da sola. Mi sembra che le soluzioni ci siano!
    Per Booking alla fine ho risolto, torna tutto perfettamente alla conferma 😉
    Intanto grazie mille di tutto!
    Claudia B.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*