USA: TOUR FLORIDA 2012 – Part 4 – EVERGLADES

IMG_4260

EVERGLADES – GATOR PARK

per vedere l’itinerario completo e altre informazioni utili sul tour:

USA: TOUR FLORIDA 2012 – Informazioni Generali


Giorno 6:

Eccoci al sesto giorno del nostro viaggio alla scoperta dello Sushine State americano.
Dopo aver guidato per 4 ore ieri sera per tornare al “campo base” a Miami, nel nostro appartamento nel Del Rio Condo, ci vuole proprio una bella mattina rilassante a prendere il sole sdraiati sulla spettacolare spiaggia di South Beach.
Il cielo oggi è di un azzurro che sembra uscito dai cartoni animati della Walt Disney o della Pixar, con nuvole bianche come cotone qua e là che si intonano perfettamente con il colore della sabbia sotto i nostri teli mare. L’oceano color blu-verdone brillante è un po’ mosso a causa di un po’ di vento che rinfresca i bagnanti stesi ad abbrustolire sotto il sole cocente.
Una mattinata perfetta!



All’ora di pranzo torniamo all’appartamento a magiare qualcosa e aspettiamo che arrivi l’orario concordato per il “pick up” per la gita alle Everglades.
Come vi avevo già accennato infatti, abbiamo provveduto a prenotare questa escursione all’interno del Bayside Marketplace qualche giorno fa, presso un baracchino apposito che vendeva uscite di ogni tipo. Se non sbaglio abbiamo speso 50$ a persona viaggio A/R, ingresso al parco e viaggio in airboat compresi.

Il pullman arriva puntuale a prenderci proprio davanti al condominio, facciamo la registrazione e si parte!

Le Everglades, un parco nazionale molto famoso in tutto il mondo (lo potete vedere spesso nella serie tv CSI Miami), sono in pratica delle grosse paludi circondate da alberi, acqua, piante e animali. Si possono vedere moltissimi uccelli, alligatori (non chiamateli coccodrilli perchè se no si offendono!!) serpenti e tartarughe. E’ un ambiente molto selvaggio, senza alcun segno di civiltà, che si può visitare in due modi: a piedi o tramite gli Airboats.
A piedi si ha la possibilità di addentrarsi nel cuore vero del parco (ad esempio Flamingo), mentre con gli Airboats si può stare solo nella zona delle paludi più esterne per motivi di conservazione dell’ambiente.
Per la prima opzione esistono dei sentieri segnati ma vi consiglio di dare un’occhio al sito ufficiale per saperne di più: http://www.nps.gov/ever/index.htm .
Per la seconda scelta invece ci si può rivolgere direttamente a delle compagnie private che organizzano questi tours come ad esempio Coopertown Airboat o Gator Park, quello in cui ci siamo recati noi con il pacchetto comprato.


Arrivati a Gator Park, http://www.gatorpark.com/, ci consegnano i tappi per le orecchie e ci fanno salire su uno di questi Airboats coi seggiolini in plastica e una mega ventola attaccata dietro. La guida, un signora di colore paffutella e simpatica, accende i motori e via.. partiamo con velocità moderata lungo i sentieri d’acqua alla ricerca di alligatori che non si fanno di certo aspettare e ci nuotano incontro lungo le acque verdastre.

Una volta inoltrati per bene nella palude si da gas (o meglio aria in questo caso) al motore e si parte a tutta velocità, volando sull’acqua. Un paesaggio unico e mozzafiato che non potremmo trovare da nessun’altra parte nel mondo!


Dopo aver avvistato altri alligatori e tartarughe si ritorna al parco dove ci aspetta uno spettacolo con coccodrilli, pappagalli, serpenti, rospi enormi e puzzole, incluso nel biglietto e dove abbiamo la possibilità di fare una fotografia ricordo, pagando 2$, tenendo in braccio un piccolo alligatore.
Ovviamente non mi lascio scappare l’occasione e mi metto in posa con il mio nuovo amico Spike dalla pelle strana al tatto, quasi gommosa. E “cheeeeeeeeeeeeeeessseeeeeeee”. click! Foto fatta 🙂


Un’ultima occhiata al negozio di souvenirs del parco e risaliamo sul pullman per ritornare a Miami, riuscendo a scattare qualche fotografia della skyline.


Ormai è sera, ceniamo, facciamo una passeggiata per le vie di South Beach e andiamo a ritirare la nostra nuova macchina per il viaggio verso nord. Una Dodge 6 posti.

Domani ci attendono tanti kilometri e la sosta a Cape Canaveral, NASA.

Alla prossima tappa!
avatar guenda's travels

3 thoughts on “USA: TOUR FLORIDA 2012 – Part 4 – EVERGLADES

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*