Cosa Vedere a BANGKOK: caotica e colorata capitale Thailandese, parte 1

COSA VEDERE A BANGKOK PARTE 1

Per vedere le informazioni generali da sapere se avete in mente di organizzare un viaggio in Thailandia e per vedere l’itinerario completo del mio tour ed altre informazioni utili:

THAILANDIA Informazioni Generali: cose da sapere per organizzare un viaggio

 

  • Giorno 1

Atterrati all’aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok, un metodo veloce per arrivare in città è usare il City Airport Link, ovvero la sopraelevata. Trovate informazioni a questi link: http://www.bangkokairporttrain.com/time-table-route.html – http://www.bangkok.com/airport-rail-link.htm.

Mappa Trasporti Bangkok – MRT (Blu) è la metro, BTS (verde) è lo sky train, Airport Link (rosa) è lo sky train dall’aeroporto.

 

Noi siamo scesi a Phetchaburi e abbiamo fatto il cambio con la metro e siamo arrivati alla stazione di Sam Yan, a 300 metri dal nostro hotel, il “Mandarin Hotel managed by Centre Point”(è un hotel di lusso per cui cercate le tariffe su Booking.com che i prezzi sono bassi). Se avete molti bagagli o se sono pesanti sarebbe sicuramente più comodo il taxi ma visto il traffico che c’è a Bangkok forse rischiereste solo di perdere tantissimo tempo e di andare a spendere anche parecchi soldi.

[CONSIGLIO: alle casse automatiche per il biglietto dell’airport link trovate delle mappe di Bangkok, se volete prendetele, ma sappiate che fanno pena. Le distanze sono fatte a caso e anche alcuni monumenti sono segnati su incroci sbagliati. Noi ci siamo fatti dare una cartina più seria in reception in hotel dopo esserci persi svariate volte i primi 2 giorni.]

Arrivati in hotel alle 9.30/10 circa la camera purtroppo non è ancora pronta e per tirare 2 ore quindi decidiamo di incamminarci verso il centro commerciale MBK, a 15 minuti a piedi dall’hotel, per fare un giro e mangiare qualcosa all’ora di pranzo.

L’MBK, http://www.mbk-center.co.th/en/home/index.php, è un centro commerciale o “mall” dalle dimensioni enormi. Ha 7 piani e all’interno ospita, oltre a negozi, ristoranti e fast food di ogni tipo, anche un cinema, un bowling, una sala giochi con karaoke (quello con le stanzette private per le compagnie), un museo/esposizione e una food court&hall. Almeno una visita va fatta assolutamente!

MBK bangkok

Dopo aver pranzato al mall torniamo all’hotel dove facciamo il check in e ci accomodiamo in stanza. E che stanza!!!

mandarin hotel bangkok

Ci riposiamo un’oretta, facciamo una doccia e usciamo. Direzione: Wat Traimitr a Chinatown.

Il Wat Traimitr, o Temple of The Golden Buddah, è un tempio famoso per la statua del Buddah Dorato in oro massiccio, alto 3 metri e con un peso di 5,5 tonnellate. Orario di apertura: 8-17, prezzo ingresso 100 bath (2.30€) a persona. E’ consigliabile presentarsi con pantaloni lunghi e almeno una maglietta a mezze maniche, in caso contrario si possono affittare dei teli per coprirsi.

wat traimitr

Il tempio si trova a Chinatown ma a quest’ora è ancora tutto tranquillo (si consiglia di andare a visitare chinatown dopo le ore 18.30) e quindi decidiamo di prendere la metro e andare a fare un giretto al Lumphini Park, l’area più verde della città.La fermata della metro più vicina è ovviamente “Lumphini”. Il nome deriva dalla località nepalese che diede i natali al Buddah e il parco rappresenta un rifugio per sfuggire dal caos di Bangkok. Verso sera i sentieri si affollano di corridori e persone che fanno attività fisica. All’interno del parco si trova anche un grande lago artificiale pieno di pesci e la Torre dell’Orologio.

Lumpini park

Usciti dal parco decidiamo di tornare all’hotel a piedi, proseguendo per Silom e visitare il quartiere degli affari, con alti grattacieli, uffici, hotel di lusso e ristoranti. Personalmente non ci ho trovato nulla di particolarmente interessante quindi se avete pochissimo tempo a disposizione potete tralasciare questo.

 

 Arrivati in hotel, stanchissimi dal viaggio e dalla camminata e sudati fradici dall’umidità della capitale, decidiamo di rinfrescarci un po’ facendo un tuffo nella piscina del nostro hotel, cercare del cibo per poi andare a dormire presto.

mandarin pool bangkok

  • Giorno 2

Oggi è una giornata turistica molto intensa, dedicata alla visita dei più importanti monumenti e Wat di Bangkok. Dotatevi di pantaloni lunghi (quelli thailandesi sono il top perchè son leggerissimi) e di una maglietta a mezze maniche (o eventualmente di un coprispalle se avete una canotta).

[CONSIGLIO 1 : se vi muovete da soli non date assolutamente retta alle persone che vi fermano e vi dicono che il tale monumento a quell’ora è chiuso e che casualmente non si può visitare. Vogliono infatti portarvi a fare un giro loro a volte anche solo in negozi di souvenirs. A noi è capitato più volte fuori dal Palazzo Reale che ci venisse detto che a quell’ora i turisti non potevano entrare e che si poteva solo dalle 15 in poi (notate che alle 15.30 in realtà chiude) e che quindi era meglio seguire un giro che ci indicavano loro. Poi in realtà quando guardavamo dentro dai cancelli si vedevano benissimo i turisti che passeggiavano allegramente all’interno del monumento. Perciò lasciate semplicemente perdere.]

[CONSIGLIO 2: noi l’abbiamo saputo troppo tardi ma se vi può interessare a Nord del Palazzo reale si trovano delle bici, le Smile Bikes, che i turisti possono noleggiare gratuitamente per girare tra i Wat della zona.]

Prendiamo il taxi dall’hotel e ci facciamo portare, per 71 bath, al Wat Po, un tempio buddhista composto da un insieme di edifici situati nel distretto Phra Nakhon, nelle immediate vicinanze del Grande Palazzo Reale.
Conosciuto per il gigantesco Buddha Sdraiato di 46 metri di lunghezza e 15 di altezza rappresentato sul punto di morte, cioè del passaggio al Nirvana, è famoso anche per essere il luogo dove è nata la prima scuola di massaggio thai. E’ infatti la sede nazionale per l’insegnamento e la conservazione della medicina tradizionale thailandese. Da citare è anche il fatto che vanta la più grossa collezione di statue del Buddah di tutta la Thailandia.
Prezzo: 100 bath a persona con inclusa una bottiglietta d’acqua fresca.

wat po

Terminata la visita al Wat Po ci dirigiamo verso il Gran Palazzo Reale e il Wat Phra Kaew, situati nella stessa area. Infatti il Wat Phra Kaew, o Tempio di Smeraldo, è il nome del vasto complesso che comprende anche l’antica residenza del sovrano, il Palazzo Reale.
Il sito si estende su una superficie di 94 ettari e comprende più di 100 edifici che mostrano più di 200 anni di storia. La maggior-parte dell’architettura è di stile Ratanakosin (stile “vecchia bangkok”).
Il Buddah di Smeraldo è custodito in una cappella in cima all’altare sopraelevato ed è sempre coperto da abiti regali che vengono cambiati dal re all’inizio di ogni stagione mediante una cerimonia solenne.
Orari: 8.30-15.30
Prezzo: 500 bath a persona. Nel biglietto oltre al biglietto del museo è incluso anche quello per la Sala del Trono Ananda Samakhom, più a nord a Bangkok.

royal palace bangkok
Dopo il Palazzo Reale ci dirigiamo verso il molo 8; sulla sinistra infatti c’è una specie di mercatino al coperto, sotto una struttura di legno con 1 ristorante, con un altro molo (il molo Tha Thien) da dove parte il battello per attraversare il fiume, il Chao Phraya. Il prezzo è di 3 bath ad andare e 3 bath a tornare a persona. Sull’altra sponda si trova il Wat Arun, che insieme al Wat Po e il Wat Phra Kaew, rappresenta la trinità della storia di Bangkok. Il nome deriva dal nome del dio indiano dell’alba, Aruna. Caratteristica è la sua torre in stile khmer, il prang, alta 82metri con elaborati mosaici floreali costituiti da piccoli frammenti di porcellana cinese, sulla quale ci si può avventurare tramite delle scalinate alquanto ripide.

 

wat arun

Dopo esserci rinfrescati con ice-coffee al bar del Wat Arun riprendiamo il battello per Tha Thien e prendiamo il battello dal molo 8 (15bath a persona) per arrivare fino al molo Tha Thewet, dopo il ponte da dove a piedi raggiungiamo la Sala del Trono di Ananta Samakhom, che però decidiamo di non visitare, e il Wat Benchamabophit, meglio conosciuto come il Tempio di Marmo, che trovate riprodotto dietro alle monete da 5B. E’ realizzato in pregiato marmo di Carrara e venne costruito alla fine XIX secolo.

chayo praya bangkok

tempo marmo bangkok

Da qui prendiamo un taxi e ci facciamo portare di nuovo all’MBK per cenare (non ci fidiamo molto del cibo delle bancarelle) e tornare a piedi all’hotel dove dopo una doccia, ci riposiamo e ci prepariamo per andare a bere qualcosa in un posto un po’ speciale, la Lebua Tower.

Il tassista furbo voleva farci pagare 200 bath per raggiungere il posto, ma dopo minacce di fermarsi e farci scendere ha acceso il tassametro e, udite udite, abbiamo speso meno della metà, esattamente 69 bath.

Cos’ha di così “speciale” questo grattacielo oltre ad ospitare un mega hotel di lusso? Beh semplice: al 63esimo piano si trova lo Sky Bar dove sono state girate delle scene del film “Una Notte da Leoni 2”, in lingua originale “The Hangover Part 2”. Vi avviso subito di alcune cose. Punto primo: state attenti all’abbigliamento, niente infradito, niente pantaloni corti per gli uomini, obbligo di camicia. Punto secondo: sappiate che un cocktail lo pagate 14€ circa e che anche il ristorante Scirocco costa parecchio. La consumazione tuttavia non è proprio obbligatoria, o meglio, potete semplicemente dire che avete già bevuto qualcosa che tanto loro non si accorgono. Quindi le opzioni sono due: o vi recate lì e fate uno strappo alla regola e vi godete un buon cocktail vista grattacieli oppure salite, fate due foto e ve ne andate. Noi abbiamo optato per la prima opzione e ci siamo goduti il panorama.

lebua sky bar bangkok

Termino qui la prima parte se no diventa troppo lunga e noiosa! Per avere ulteriori informazioni cosa vedere a Bangkok, trovate la seconda parte che vi porterà alla scoperta del Chatuchak, del Damnoen Saduak, del Maeklong e della capitale antica Ayutthaya, qui:

Cosa Vedere a BANGKOK: mercati inusuali e dintorni che sanno di storia, parte 2

Stay tuned!

logo rosa avatar finito

3 thoughts on “Cosa Vedere a BANGKOK: caotica e colorata capitale Thailandese, parte 1

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*